Chiesa do Carmo: "intatta" bellezza

E' un periodo in cui si parla di crolli, di terremoti e di uragani. 
Le catastrofi naturali sono spesso imprevedibili e possono provocare gravi danni alle cose e alle persone. Eppure siamo nel 2018 e l'uomo si è evoluto talmente tanto da riuscire a costruire edifici in grado di contrastare le scosse di terremoto, resistere ai venti ed evitare di vedere totalmente distrutta la propria abitazione. La mia domanda è: come mai spesso ci si dimentica che siamo in grado di fare questo?

Siamo nel 1389 e su uno dei colli di Lisbona è stata costruita la chiesa annessa al convento di Santa Maria do Carmo. Era la chiesa in stile gotico più bella della città: archi a sesto acuto, splendide finestre con vetri decorati e colorati e un'incredibile atmosfera religiosa. 


Siamo nel 1755 e su Lisbona, Europa e America si abbatté un terremoto violentissimo, potenza 8,7 della scala Richter. Circa la metà della capitale portoghese venne distrutta e la Chiesa do Carmo subì gravi danni, ma non crollò totalmente.

Crollò il tetto, parte della facciata e tutto il contenuto di valore religioso e artistico andò perduto. Ma la chiesa rimase in piedi contro la violenza del terremoto.

Ciò che sto tentando di spiegare è il fatto che gli architetti e gli ingegneri della fine del 1300 sono stati in grado, attraverso lo studio e l'esperienza, di progettare una chiesa in grado di resistere anche a un terremoto di violenza distruttiva. Tutta la struttura principale, pilastri e archi, sono stati meravigliosamente in piedi. 

I lavori per ricostruirla sono iniziati nel 1756, ma vennero interrotti nel 1834 quando gli ordini religiosi del Portogallo si estinsero. 

Quindi oggi possiamo rimanere affascinati da questa intatta bellezza in rovina, testimone di un evento catastrofico. Pilastri e archi sostengono un tetto che non c'è più e sembra quasi che al suo posto sostengano il cielo.


In realtà quando sono entrata in questo luogo sacro l'ho osservato a lungo, con gli occhi verso l'alto ad ammirare ogni singolo elemento gotico rimasto dell'antica chiesa e sono riuscita a porre un'unica domanda: vi rendete conto che questa chiesa è rimasta in piedi dopo un terremoto di potenza 8,7 della scala Richter e invece noi nel 2018 non siamo in grado di costruire case atte a resistere a terremoti di minore intensità causando la morte di centinaia di persone?

Come sempre, la storia fa riflettere.

Shake Your Mind!

Fonti testo:
- Rovine e Museo Archeologico del Carmo

Fonti immagini:
- Fotografie personali