Immagine Header

Il curioso modo di vivere nel ghiaccio

Avete mai pensato alla genialità del popolo Eschimese? Nati e sempre vissuti in Alaska, non hanno mai pensato di allontanarsi da quella terra così ostile dal punto di vista climatico, ma hanno deciso di capire le sue potenzialità e trasformare l'ostilità in opportunità. Ciò che fa comprendere a pieno questo concetto è la costruzione degli igloo.


L'igloo è a tutti gli effetti un edificio composto solo ed esclusivamente di neve e ghiaccio. Blocchi di neve pressata e congelata vengono disposti in maniera circolare seguendo una spirale, fino a formare una mezza sfera con un foro sulla sommità, utile per far uscire il fumo del braciere acceso al suo interno. Il piccolo tunnel che porta alla camera dell'igloo serve per il riparo dei cani e per evitare l'ingresso di aria fredda. Il tunnel può essere anche unito ad altri igloo vicini in modo tale che si possa passare da una casa all'altra senza dover passare dal gelido esterno.


Come si fa a stare caldi in un igloo?

In due modi: il primo è grazie al braciere che può esserci all'interno, il secondo è grazie al calore umano sprigionato da minimo due persone che può arrivare a far aumentare la temperatura dell'ambiente fino a 15°C circa (un bel traguardo pensando ai -30°C esterni!).

Accendere un braciere in un igloo non fa scongelare l'igloo stesso?

Assolutamente no! L'aria calda dell'ambiente, quando arriva vicino alle pareti di ghiaccio si raffredda così velocemente da non riuscire a far evaporare l'acqua contenuta nei blocchi, per cui l'igloo rimane perfettamente integro.

La cosa meravigliosa dell'igloo è il fatto che è totalmente sostenibile
- esso è costruito con materiali reperibili a km0;
- per costruirlo ci vuole al massimo una giornata di lavoro;
- è totalmente riciclabile, una volta terminato il suo utilizzo si scioglie tornando ad essere acqua!

Come per tutte le cose, anche nel campo del ghiaccio, architetti, scultori e artisti non hanno saputo resistere a una "piccola" pazzia, tanto che hanno preso vita in Svezia i primi alberghi costruiti interamente di ghiaccio e neve!
L'Ice Hotel è il più grande e famoso al mondo e ogni anno viene costruito per l'inverno con nuove camere a tema per gli intrepidi ospiti. 


Qui l'architettura del ghiaccio si è sviluppata con tecniche innovative per quanto basilari: il ghiaccio viene estratto dal vicino fiume Torne a novembre e conservato in blocchi da 20 metri di lunghezza, a una temperatura di -8°C, fino al febbraio successivo. Il processo di congelamento del fiume viene monitorato in modo tale che il ghiaccio si formi verso il basso e non verso l'alto del letto del fiume. Questa tecnica permette di avere una resa migliore della materia prima rendendola cristallina e senza crepe. 

La neve e il ghiaccio assieme servono a rinforzare i corridoi e le pareti delle stanze, i blocchi vengono assemblati tra loro unendoli con la colla più potente ed economica per questo tipo di costruzioni: l'acqua! Un pò di acqua tra i blocchi e presto questa si solidificherà diventando un tutt'uno con i blocchi posizionati. 

Al dare il tocco finale di spettacolarità sono gli scultori del ghiaccio che, con le loro motoseghe, sono in grado di creare mondi favolosi in ogni camera.

Insomma, vivere in un igloo non è poi così male! Anzi, potrebbe essere un'esperienza unica ammirare insieme architettura, scienza e genialità che hanno fatto di una semplice idea la casa di molti popoli nordici!

Curiosità

Senza andare al Polo Nord o in Alaska, anche a Torino è stato costruito un igloo nel 2012, quando le temperature estreme di -15°C avevano toccato anche il nostro territorio! 
L'igloo era stato costruito davanti al Castello del Valentino da un gruppo di giovani architetti della Facoltà di Architettura, che, stufi di studiare solo sui libri o disegnare al computer, avevano deciso di mettere in pratica qualche insegnamento, rendendo divertente una giornata di neve!


Shake Your Mind e auguro a tutti voi lettori mille auguri di Buon Natale e Buon Anno!!!

Approfondimenti 
- Galleria di foto dell'Ice Hotel dell'anno 2016/2017: qui

Fonti testo:
- www.focusjunior.it
- www.treccani.it
- www.ilpost.it

Fonti immagini:
1) anca24deutsch.wordpress.com
2) treccani.it
3) icehotel.com
4) izmo.it