Immagine Header

Piazza Matteotti: tra Duecento e Ottocento

Piazza Matteotti a Rivoli è una delle piazze principali della città, uno degli snodi più importanti che unisce la storica via Piol, via al Castello, via Roma (ovvero la via Francigena), via Santa Croce e tre vialetti pedonali. Un'altra particolarità d questa piazza è la testimonianza della sua antichità data dalla presenza di due edifici che la portano indietro nel tempo di almeno due periodi principali.


Il primo edificio è l'antico Palazzo di Città costruito nel Duecento. L'edificio nasceva con una grande loggia porticata al piano terra che, con il susseguirsi del tempo, è stata chiusa per assolvere a nuove esigenze. Questa non è l'unica trasformazione che Palazzo di Città ha subito.
Nel XV secolo, infatti, vennero costruite finestre con particolari in cotto sovrapposte alle finestre bifore originali.
Duecentesco è anche il capitello d'imposta di uno degli archi del loggiato, realizzato da uno scultore ignoto che si suppone abbia frequentato la cava di pietra del Monte Pirchiriano (monte ove sorge la Sacra di San Michele) dalla quale proviene il pezzo scolpito per il capitello.

Il Palazzo di Città venne acquistato dal Comune di Rivoli nel 1557 e venne usato come propria sede fino agli anni Sessanta del Novecento.

L'ultimo restauro dell'edificio venne eseguito nel 2003 dove si scelse di riportare alla luce tutte le trasformazioni avvenute nelle varie epoche rimaste intatte. Il porticato al piano terra negli anni, come detto prima, era stato murato e nel restauro è stato ridefinito grazie all'uso del colore nero che ridisegna lo sfondato. 
Altri elementi persi nel tempo sono stati semplicemente incisi nell'intonaco come se fosse il prospetto disegnato su un foglio di carta.

L'edificio alla sinistra di Palazzo di Città è chiamato Casa Zunino ed è stato costruito in epoca Ottocentesca come dimora padronale.
La particolarità di questo edificio è la facciata interamente decorata con figure floreali, disegni geometrici e monogrammi degli antichi proprietari.
Sono due i colori predominanti in facciata: il giallo ocra, che caratterizza il piano terra, e il rosso, presente al piano primo.


Questa piazza, oltre ad ospitare due particolari edifici, è stata uno dei luoghi più popolari della città dove venivano annunciati i bandi a suon di tromba, dove nel 1707 venne fatta erigere la gogna, dove si amministrava la giustizia e dove fino agli anni Ottanta del Novecento si teneva il mercato.
Oggi, invece, la piazza è un luogo tranquillo, di passaggio e di incontri; occasionalmente è centro di allestimenti per manifestazioni cittadine.

Shake Your Mind!

Fonti testo:
- N. Gallino, E. Zanone Poma, Rivoli Insolita - Guida alla scoperta della città, Editris Duemila s.n.c., Torino 2006

Fonti immagini:
1-2-3) Foto di Elena Massa