Immagine Header

Restructura: l’appuntamento annuale con l’architettura costruita



Siamo giunti alla 28esima edizione della fiera annuale dedicata all’architettura dove le maggiori e piccole aziende soprattutto piemontesi portano nei vari stand i loro prodotti di costruzione. I settori espositivi sono molteplici: si va dall’arredo urbano ai materiali isolanti piuttosto che gli impianti antincendio.

Dal 1987 questa importante fiera mette in relazione fornitori con imprese edili, architetti e ingegneri dando la possibilità ad entrambe le parti di trarne un profitto lavorativo.

I temi chiave di quest’anno sono riqualificazione, recupero e ristrutturazioni. È importante in questi anni concentrarci su questi elementi per far fronte sia alla grave crisi economica che ha colpito fortemente il settore edile, sia per garantire il miglioramento delle strutture esistenti aumentandone le prestazioni ed evitando consumo di suolo e di energie. Quindi, parliamo di riqualificazione per dare una seconda possibilità e nuove destinazioni d’uso al patrimonio edilizio esistente; recupero per gli edifici che necessitano di essere conservati a lungo utilizzando tecniche innovative; ristrutturazione per garantire l’informazione di tutti i nuovi materiali e tecniche di ultima generazione destinati a dare nuove opportunità ai professionisti nel settore.

Le novità di quest’anno sono tre nuove aree tematiche con spazi espositivi dedicati:
- Domotica: è un elemento che ha ormai preso piede fortemente nel settore architettonico e sempre più edifici sono dotati degli strumenti che li certificano come domotici. Una casa per essere definita domotica è dotata di tecnologie che permettono di ottimizzare l’efficienza energetica e il comfort. Esempi di domotica sono gli strumenti come gli impianti di illuminazione che sono dotati di sensori di movimento per i quali la luce si accende solo quando è presente qualcuno nella stanza e si spegne quando è vuota. Questo elemento aiuta a risparmiare energia qualora ci si dimenticasse la luce accesa;

- BIM: questa sigla indica il Building Information Modelling ovvero è un sistema in grado di costruire un modello tridimensionale dell’oggetto da costruire (es. una casa) e lo dota della possibilità di verificare tutti gli elementi che lo compongono in termini tecnici, proprietà dei materiali, operazioni di manutenzione, smaltimento di fine ciclo (cioè come la demolizione finale dell’edificio può essere fatta garantendo il riciclo delle parti) e via dicendo;

- Illuminotecnica: è la tecnica che si occupa della progettazione dell’illuminazione all’interno di uno spazio. Il progettista favorisce sempre un quantitativo maggiore di luce naturale ma è di fondamentale importanza studiare la luce artificiale per garantire il comfort degli occupanti finali. In questi termini, il progettista illuminotecnico si assicura il corretto posizionamento delle sorgenti luminose e la tipologia. Oggi la tecnologia LED è la più efficiente dal punto di vista energetico che possediamo nel mercato, poiché ha una durata maggiore e un consumo minore rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza.

La durata della fiera è dal 26 al 29 novembre con tanti eventi e workshop ogni giorno. Gli spazi espositivi sono a Lingotto Fiere e Oval.

Qui sotto i link ai programmi giornalieri:
- 29 novembre (ancora da definire).


Stay tuned!

Fonte immagine: platform-ad.com