Immagine Header

The LEGO House: alla fine qualcuno l'ha progettata davvero!

«I'm gonna pick up the pieces
And build a Lego house [...]»

Diceva così Ed Sheeran nella sua Lego House e finalmente qualcuno l'ha fatto davvero! Il sogno di ogni appassionato, grandi e piccini, dei più famosi mattoncini colorati si è realizzato in Danimarca, a Billund, il cuore della LEGO. Generazioni di architetti hanno sviluppato la loro creatività con i LEGO e il fortunato che ha avuto la possibilità di realizzare in scala reale uno dei tanti progetti non poteva che essere B.I.G.!

Chi è B.I.G.? E' l'acronimo di Bjarke Ingels Group, dove Bjarke Ingels è uno degli architetti contemporanei più giovani ed è diventato famoso in tutto il mondo in poco tempo. Danese di nascita, sta velocemente popolando il mondo intero delle sue opere architettoniche, tanto da essere entrato nel 2016 nella classifica, stilata da TIME Magazine, delle 100 persone più influenti al mondo. Bjarke ha insegnato alla Harvard University, Yale University, Columbia University e Rice University ed è professore onorario presso la Royal Academy of Arts, School of Architecture di Copenhagen. Inoltre è stato uno dei protagonisti della serie Netflix "Abstract".

La LEGO House è solo la sua ultima opera costruita. Già in passato questo architetto ha lavorato con modellini fatti con i LEGO dei suoi edifici , ma vederne costruito uno con mattoncini in scala umana fa decisamente tutto un altro effetto!


La LEGO House è letteralmente la casa dei LEGO, 12.000 mq di superficie distribuiti in 23 m di altezza adibiti a spazi espositivi, creativi e istruttivi.
L'edificio è formato da 21 mattoncini impilati, 8 dei quali alla base sono sistemati intorno a una piazza interna dalla quale si accede a tutti gli altri blocchi (1-2). Gli altri mattoncini sono sistemati al di sopra della piazza a formare una serie di sale collegate tramite gallerie che creano un percorso espositivo (3). In cima alla pila, l'ultimo mattoncino ospita la galleria principale (4). I due blocchi più grandi alla base dell'edificio sono stati, infine, rastremati lungo uno degli angoli a formare una specie di grande scalinata sopra la quale le persone possono sedersi e assistere a spettacoli all'aperto (5).


All'interno e all'esterno sulle coperture piane, sono stati usati i colori che rappresentano l'apprendimento dei bambini: il rosso per la creatività, il blu per la percezione cognitiva, il verde per la socializzazione e il giallo per l'emotività. I rivestimenti interni ed esterni, ove non presente il colore, sono stati utilizzati mattoni bianchi per mantenere il tema di tutto l'edificio.

Le gallerie interne sono state, ovviamente, riempite di LEGO: cascate di mattoncini, costruzioni di ogni tipo, enormi alberi, dinosauri, castelli, vasche piene di mattoncini e chi più ne ha più ne metta!


Un'architettura decisamente singolare e ricca di creatività che lascia affascinati e pieni di energia!

«LEGO house is a literal manifestation of the infinite possibilities of the LEGO brick. [...]»
(«La LEGO house è la letterale manifestazione delle infinite possibilità dei mattoncini LEGO. [...]»)

Bjarke Ingels

Per visitare la LEGO House: https://www.legohouse.com/en-gb

Shake Your Mind!

Fonti testo:
- www.big.dk

Fonti immagini:
1) www.politike.dk
2-3-4-copertina) www.big.dk