Immagine Header

Binario 18 #stayhumanart

Dal 8 al 30 Aprile a Palazzo Barolo 

Una mostra decisamente particolare quella visibile nelle cantine di Palazzo Barolo. Carica di forti emozioni riguardanti un tema attuale ma per certi versi poco conosciuto. Il titolo "Binario 18" si riferisce al cosiddetto "Treno del Sole", il binario d'arrivo verso la speranza di un futuro migliore da parte dei migranti del "Mezzogiorno" verso il nord Italia.



L'ente organizzatore è Legal@rte, un'associazione nata dalla volontà di alcuni appartenenti alla Polizia di Stato, che hanno scelto anche al di fuori del loro ruolo istituzionale, di parlare di problematiche legate all'immigrazione.
 
Un percorso espositivo artistico che consente un viaggio attraverso le vecchie e nuove immigrazioni, dentro le sensazioni e le nuove emozioni di chi è costretto a lasciare il proprio Paese, offrendo la possibilità di riflettere sul significato di diversità, ma anche sugli inganni della percezione, sulle nuove tipologie migratorie ed i meccanismi sociali ed economici che le causano. 

Lo scopo della mostra è infatti stimolare la riflessione e sviluppare le capacità critiche per individuare le forme dissimulate di discriminazione e di razzismo presenti nella nostra quotidianità, partendo alla riscoperta della nostra storia di emigranti: la storia di ognuno di noi, storia di cui troppo spesso tendiamo a dimenticarci. 


Curata da Roberta Di Chiara, all'esposizione sono presenti oltre 50 opere d'arte, tra pittura, scultura, fotografia, e installazioni. 
Spiccano le opere di artisti dal calibro di Ugo Nespolo, Francesco Cito e Daniele Galliano, ma molte realizzazioni sono frutto di artisti-poliziotti, che hanno sentito la necessità di trasmettere nell'arte le emozioni provate durante il loro lavoro quotidiano. 

Esposta attraverso 6 sale affronta temi come: l'arrivo al binario 18 di Torino Porta Nuova, un racconto tra l'immaginifico e il reale: la vicenda dei migranti sugli scogli di Ventimiglia nell'estate del 2015,il disastro di Marcinelle,i bambini fantasma.

"Binario 18" nasce come mostra itinerante. A maggio si sposterà allo Spazio MRF di Mirafiori, luogo simbolo per chi negli anni '50-'70 era alla disperata ricerca di un'occupazione. Ma l'intenzione degli organizzatori è quella di portarla anche in altre città italiane, per diffondere il messaggio di speranza il più possibile.



L'esposizione è ad ingresso gratuito. 

Per saperne di più cliccate sul sito ufficiale di Legal@rte.

Shake your Mind!

fonte sito: http://www.legalarte.it/it
fonte immagini: foto di Irene Fascio