Dokumentationszentrum Reichsparteitagsgelände

Mancano pochi giorni al Giorno della Memoria, una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto. Mi sembra interessante potervi parlare di un luogo particolare che ho avuto modo di visitare pochi mesi fa. 


Il Dokumentationszentrum Reichsparteitagsgelände (letteralmente: "Centro di documentazione dell'area raduni del Partito Nazionalsocialista") è un museo di Norimberga, città centrale della Germania. Il museo si trova nell'ala nord della Congresse Halle, la grande sala dei congressi del partito nazista all'interno dell'area raduni rimasta incompleta a causa della Seconda Guerra Mondiale. Possiede una collezione permanente denominata Fascino e terrore ed approfondisce le cause, le connessioni e le conseguenze del nazismo nella società tedesca dell'epoca. Gli argomenti trattati nell'esibizione sono strettamente legati al luogo e agli eventi accaduti nell'area in cui il museo è collocato. A fianco del museo è stato allestito un centro educativo.


Centro di documentazione del partito nazista Rally Grounds.
Dal 1933 al 1938, i nazionalsocialisti organizzarono i loro raduni di partito a Norimberga. Oggi i resti di enormi strutture testimoniano ancora come è stata organizzata e prodotta questa mostra di propaganda. La mostra nel Centro di documentazione del partito nazista Rally Grounds offre un quadro completo della dittatura nazionalsocialista e della storia dei raduni del partito. Il forum educativo offre numerosi programmi e pannelli informativi sui Rally Grounds del partito nazista, che coprono 4 chilometri quadrati, spiegano la storia del sito.

Ancora oggi, in quella che fu l'area utilizzata per ospitare i congressi di partito a sud di Norimberga, giganteschi resti architettonici rendono testimonianza della megalomania del regime nazionalsocialista. Con la sua superficie di undici chilometri quadrati, il complesso era destinato a offrire una scenografia monumentale per l'autocelebrazione del Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori (NSDAP).


Proprio nel Palazzo dei congressi (Kongresshalle), l'arena rimasta incompiuta e concepita per ospitare 50.000 persone, ha sede oggi il Centro di documentazione "Dokumentationszentrum Reichsparteitagsgelände". Con il lungo elemento in vetro e acciaio che lo sovrasta, il Centro pone un marcato accento architettonico contemporaneo. Su una superficie di ben 1.300 mq, l'esposizione permanente "Fascino e violenza" si occupa delle origini, dei nessi causali e delle conseguenze della dittatura totalitaria nazionalsocialista. Filo conduttore dell'esposizione è la storia dei congressi annuali di partito, i cosiddetti "Reichsparteitage": gigantesche manifestazioni di massa che furono usate dalla propaganda nazista per mettere in scena la "Volksgemeinschaft", quella comunità popolare tanto cara all'ideologia del partito. Moderni strumenti mediatici come, ad esempio, animazioni al computer, film e touchscreen, nonché fotografie e documenti dell'epoca, illustrano al visitatore sia la funzione degli edifici presenti nel complesso architettonico, sia la storia e il retroterra dei raduni annuali di partito. Un'audioguida permette di ascoltare testi e commenti in sette lingue diverse.


L'offerta museale è completata da un programma didattico e da mostre speciali. In ventitré punti dell'ex area dei congressi di partito sono installate tavole illustrative che dettagliano la storia del sito in tedesco e in inglese. 

Vi consiglio questo video anche se non in italiano. 

Infine per saperne di più vi consiglio il film "Il processo di Norinberga": finita la Seconda Guerra Mondiale, 21 rappresentanti del regime nazista vennero processati per crimini contro l'umanità. Il film  racconta il processo di Norimberga in cui l'avvocato americano Robert Jackson, ebbe un ruolo da protagonista.


Ritengo questo museo un luogo con un percorso espositivo interessante per ricordare la storia tramite la memoria, per fare in modo che orrori del genere non accadano più in futuro. Ritengo inoltre che sarebbe educativo un museo stutturato in modo simile anche in Italia con informazioni complete sul fascismo

"Quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo."
(La frase si trova incisa in trenta lingue su un monumento nel campo di concentramento di Dachau)

#staytuned #shakeyourmind 

fonte sito
-https://museums.nuernberg.de/documentation-center/visitor-services/guided-tours/fascination-and-terror/
-https://it.wikipedia.org
-https://www.youtube.com/watch?v=6bQ8Ii4RHVw

fonte immagini 
immagini personali