Immagine Header

Io come voi

In occasione della giornata mondiale della poesia, martedì 21 marzo, presso la Biblioteca “Alda Merini” di Rivoli si è tenuta l'inaugurazione della mostra fotografica “Io come voi…” di Mauro Alessandria e Roberto Cavallo. La mostra sarà visitabile fino a sabato 8 aprile. All'inaugurazione per rimanere in tema con la giornata si sono tenute letture di poesie a cura di Guido Tonini Bossi e l’Associazione “Le Parole”. Inoltre il 21 marzo non è stata soltanto la giornata mondiale della poesia ma anche il giorno del compleanno di Alda Merini. La poesia Io come voi di Alda Merini ha introdotto l'omonima mostra.


Io come voi

Io come voi sono stata sorpresa
mentre rubavo la vita,
buttata fuori dal mio desiderio d’amore.
Io come voi non sono stata ascoltata
e ho visto le sbarre del silenzio
crescermi intorno e strapparmi i capelli.
Io come voi ho pianto, ho riso e ho sperato.
Io come voi mi sono sentita togliere i vestiti di dosso

e quando mi hanno dato in mano
la mia vergogna
ho mangiato vergogna ogni giorno.
Io come voi ho soccorso il nemico,
ho avuto fede nei miei poveri panni
e ho domandato che cosa sia il Signore,
poi dall’idea della sua esistenza
ho tratto forza per sentire il martirio
voltarmi intorno come colomba viva.
Io come voi ho consumato l’amore da sola
lontana persino dal Cristo risorto.
Ma io come voi sono tornata alla scienza
del dolore dell’uomo, che è la scienza mia.


L'inaugurazione è stata una sinergia di emozioni e collaborazioni. Da parte dei fotografi in primis i quali hanno proposto questa meravigliosa mostra che ha come tema la scoperta di luoghi abbandonati tra i quali la maggior parte sono ex-manicomi. Le fotografie sono state realizzate in ex-manicomi del Piemonte, dell'Emilia e della Toscana e vogliono porre l'attenzione su cosa era, nel recente passato, la psichiatria in Italia e condurre il visitatore ad una riflessione sulle sopraffazioni patite dai ricoverati, il potere dei medici, la conduzione dei degenti ridotti in molti casi a materiale di sperimentazione, la rabbia dei ricoverati, la rivendicazione di una dignità umana violata in nome della scienza. Le stanze vuote, i letti abbandonati, la strumentazione dismessa ci raccontano più di qualsiasi parola, il dolore, la sofferenza, la rabbia e la solitudine di uomini e donne lì rinchiusi e mai ascoltati. 



Un lavoro di collaborazione, è stato il pomeriggio dedicato alle letture, che non ha soltanto riguardato la Biblioteca Civica "Alda Merini" e i fotografi ma è stato reso disponibile anche grazie all'associazione "Le parole, i quali soltanto in un'ora e mezza hanno scritto numerose poesie ispirandosi alle fotografie che gli sono sono state mostrate. Poesie dense di significati ed emozioni. Curioso come le poesie più incisive siano state quelle più brevi e incisive. Un pomeriggio all'insegna della cultura, in ricordo  di un tema molto delicato del quale non si sente più parlare. 

Potrete ammirare la mostra fino all' 8 aprile tra gli scaffali della Biblioteca di Rivoli. 

#shakeyourmind 

fonte testo 
-https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-alda-merini/poesia-di-alda-merini-io-come-voi.html