Immagine Header

MurArte Rivoli

MurArte è il nuovo progetto promosso dall’assessorato alle Politiche Giovanili della Città di Rivoli, in partnership con MurArte Città di Torino ( il primo progetto italiano che avesse come obbiettivo una massiva riqualificazione urbana ), per dare risposte concrete alle esigenze espressive dei giovani e sperimentare microinterventi di ESTETICA URBANA, atti a riprodurre, attraverso i colori il degrado e l’abbandono di alcune parti della città.

COME?

Offrendo di realizzare opere figurative di diversi stili artistici ai giovani che aderiranno al progetto e che saranno autorizzati a dipingere alcune superfici murarie urbane messe a disposizione dal Comune oppure in Accordo con Privati o Aziende.



Ma facciamo un passo indietro e analizziamo come nasce la parola Murale e cosa significa?

Un murale (in spagnolo mural; il plurale murales è spesso usato in italiano, anche erroneamente come singolare) è un dipinto realizzato su una parete, un soffitto o altra larga superficie permanente in muratura. Il termine indica anche il genere di pittura, ed è divenuto celebre per il movimento artistico messicano noto come “muralismo”.

La pittura murale può essere realizzata con varie tecniche, come l’affresco, realizzato dipingendo con pigmenti stemperati in acqua su intonaco fresco.

Soggetti dei murales possono essere spesso raffigurazioni allegoriche ispirate a motivi e ideali politici.

I murales non coincidono con il graffiti writing. Quest’ultimo prevede come base la raffigurazione e lo studio di lettere che poi si sviluppano ingrandendosi e presentandosi in diversificate realizzazioni. I murales invece indicano dipinti non necessariamente legati ad un “letterring”.

Nati da movimenti di protesta, come libere espressioni creative della popolazione contro il potere, nel tempo hanno sempre più assunto valore estetico, conservando talvolta anche un valore sociale. Oggi sono spesso commissionati da enti pubblici ed evidenziano l’identità del luogo, divenendo anche richiamo di turismo culturale.



A Torino queste attività sono molto ben consolidate e una delle più note associazioni è Il Cerchio e le Gocce, associazione culturale che ha provveduto all’abbellimento di diverse facciate di edifici, una di queste è quella di Palazzo Nuovo.

Mentre a Rivoli il Comune sta provvedendo a mettere a disposizione 10 luoghi pubblici;

così come accade a Torino, il servizio offerto da Murarte Rivoli si articola in questo modo:

- iscrizione al progetto,
- rilascio del tesserino, tesserino vitalizio.
- rilascio delle singole autorizzazioni ad intervenire sugli spazi assegnati per un periodo di 4 mesi e/o possibilità di essere convocati per interventi collettivi.
- inserimento nella mailing list di MurArte attraverso la quale è possibile ricevere le informazioni relative a diverse iniziative (eventi, bandi, ecc).

Sicuramente questo progetto rappresenterebbe per Rivoli un’opera finalizzata a valorizzare la cultura e il territorio.

Questa è la street-art un modo di fare arte in modo assolutamente legale per ridare colore alla nostra città.
 
Per saperne di più cliccate sul link al progetto.

Link pagina ufficiale il Cerchio e le Gocce.

Fonti immagini:
1-2) Comune di Rivoli