A Star is Born: non solo musica

Tell me somethin', girl
Are you happy in this modern world?
Or do you need more?
Is there somethin' else you're searchin' for?

Così inizia Shallow la canzone più famosa del film del 2018 diretto da Bradley Cooper con protagonista se stesso e Lady Gaga.
Un inizio che subito inquadra i pensieri della giovane ragazza che lavora in un ristorante, ma nasconde un grande talento canoro e di performance, talento mostrato solo nel locale di drag queen dove di solito si esibisce.


Ally vorrebbe fare la cantante, ma si rende conto che nella sua vita non può permettersi di sognare così in grande, fino a quando il famoso cantante Jackson Maine si presenta casualmente nel locale dove lei si esibisce e si innamora di lei e della sua voce.
L'inizio del film può sembrare dalla trama quasi banale e stravista, ma il cuore del lungometraggio non dimora nella trama, bensì nella psicologia dei personaggi e dei rapporti tra le persone e con se stessi.

Tell me something, boy
Aren't you tired tryin' to fill that void?
Or do you need more?
Ain't it hard keeping it so hardcore?

Shallow prosegue con questa strofa che, al contrario, racconta la vita di Jackson Maine.
Uomo dal cuore grande quanto i problemi con cui convive ogni giorno e nasconde dietro l'alcol. Vittima di un passato turbolento, ha sofferto l'assenza del padre e ha un contorto rapporto con il fratello maggiore che ha sempre provato a sostituire per lui la figura assente del padre. Infine, Maine soffre di acufene, una malattia all'udito che gli provoca un fischio costante e lo mette in difficoltà mentre suona.

I due protagonisti si innamorano l'uno dell'altro in maniera incondizionata e nulla potrebbe minare il loro rapporto insieme, nonostante gli alti e i bassi. Ciò che si legge nel film è una costante antitesi della due vite personali: mentre Ally cresce in maniera esponenziale verso i suoi sogni più grandi, l'ascesa verso il successo e l'accettazione di se stessa, al contrario Jackson cade sempre più in basso in un vortice dal quale non riesce ad uscire, vittima dei suoi pensieri negativi dettati dall'infelicità che si è insinuata nel suo cuore in maniera irrimediabile.

Il film finisce lasciando nello spettatore la consapevolezza di come una singola frase possa distruggere una persona debole dentro. Si pensa che per curare i grandi mali della mente e del cuore è necessario scavare a fondo, estirpare le radici marce e lasciare solo i ricordi positivi e felici. Se così non è fatto, la mente non potrà più essere lucida nelle scelte di vita.

Wish I could, I could've said goodbye
I would've said what I wanted to
Maybe even cried for you
If I knew it would be the last time
I would've broke my heart in two
Tryin' to save a part of you.

Curiosità:
- A Star Is Born non è un film nuovo, bensì il terzo remake dell'originale del 1937. Il primo remake è stato girato nel 1954 e il secondo nel 1976 con Barbra Streisand come protagonista.
- Tutte le canzoni girate nel film sono state cantate e riprese dal vivo, senza playback o sovraincisioni.
- Tutte le canzoni sono state scritte da Lady Gaga e Bradley Cooper con l'aiuto di professionisti del campo.

Shake Your Mind

Fonte immagini:
- http://cinemateatro.donboscorivoli.it