Immagine Header

Pets, la vita segreta degli animali

Il 6 ottobre è stato finalmente proiettato anche nelle sale cinematografiche italiane l'atteso film d'animazione Pets, uscito nel Regno Unito già quattro mesi fa. E l'attesa è stata effettivamente ripagata: gli autori di Minions hanno creato un film divertente e adatto a un pubblico di ogni età, che certo non brilla per l'originalità degli argomenti trattati, ma che raggiunge sicuramente il fine di intrattenimento.  
La vita del piccolo Max, il fedele e devoto cagnolino di Katie, è sconvolta dall'arrivo di Duke, un enorme e invadente cane appena salvato dalla triste esistenza cui sarebbe andato incontro se fosse rimasto nel canile. Tra i due nasce immediatamente un rapporto di competizione per le attenzioni della padrona e per vari privilegi in casa. Durante la passeggiata con il loro dog sitter, Duke e Max iniziano a litigare e, presi dalla contesa, si allontanano tra le strade di New York, attirando l'attenzione dell’accalappiacani, che li cattura senza difficoltà. Durante il trasporto verso il canile, il furgone su cui viaggiano i due viene attaccato da un’improbabile gang di animali, riunitisi in un gruppo al solo fine di combattere gli umani e accomunati dal fatto di essere stati abbandonati dai propri padroni, che salvano alcuni membri della loro banda. Per essere a loro volta messi in salvo, Max e Duke si trovano costretti a fingere essi stessi avversione verso il genere umano, entrando così a far parte – assai controvoglia – della gang criminale. A seguito di un incidente (i due per sbaglio uccidono uno dei membri più autorevoli del gruppo), Max e Duke non solo vengono cacciati, ma anche inseguiti da tutti i membri della banda. I cani, soli e spaesati, si trovano così a fuggire non solo dal pericolo costante dell’accalappiacani, ma anche dalla gang, assetata di vendetta, e a cercare disperatamente il modo di raggiungere la loro casa per potersi finalmente ricongiungere a Katie. Nel frattempo, i loro amici più fedeli si mettono sulle loro tracce per tentare di riportarli a casa.
Il film non porta certamente vento di freschezza nel mondo dell'animazione; in effetti, sotto molti aspetti, può essere paragonato a Toy Story: la vita segreta di soggetti che normalmente non possono proferire parola è il perno della vicenda nel Disney Pixar movie, senza contare che anche qui i protagonisti sono due rivali che si trovano a collaborare insieme per il ritorno a casa. Detto questo, è pur sempre vero che il film è caratterizzato da una comicità tanto sana quanto spassosa. I personaggi sono studiati e costruiti in modo eccellente e i dialoghi tra di loro sono spiritosi e spesso decisamente esilaranti. Del resto, Pets è attualmente il film d'animazione non Disney e non Pixar con il maggiore incasso di sempre e in Italia è stato campione di incassi per circa due settimane, superato solo questo weekend da Inferno.
Una pellicola, insomma, divertente e leggera, caldamente consigliata, ma forse non all'altezza delle aspettative per quanto riguarda originalità e freschezza.