Immagine Header

A passo di rock and roll

Le origini
Il rock and roll nacque negli Stati Uniti tra anni quaranta e cinquanta e fa parte della musica popolare. Trae la sua origine da una variegata mescolanza di generi, quali blues, bluesgrass, country, R&B, jazz, gospel e folk. I primi elementi del rock and roll vengono già richiamati nelle registrazioni country negli anni trenta e addirittura nei dischi blues a partire dal 1920. Nonostante ciò il nome di questo genere fu acquisito solo negli anni cinquanta. Il rockabilly rappresenta una delle prime forme del rock and roll, che combinò il country e il jazz, sfruttando le influenze della musica tradizionale folk e gospel. Agli esordi, gli strumenti principali che caratterizzavano questa musica erano il pianoforte e il sassofono, solo in seguito vennero sostituiti in molte occasioni dalle chitarre elettriche. Il termine rockabilly nacque dall'unione delle parole “rock and roll” e “hilly billy”, che significa “montanaro”, proprio per rifarsi al mondo country (molto diffuso tra i bianchi) e a cui il rock and roll si ispira. 

Il rock and roll nasce in contrasto con la musica ponderata e controllata di quel tempo e con le inflessioni swing di personaggi mitici come Dean Martin e Frank Sinatra. Questa musica si diffonde come lo scoppio di una vera rivoluzione, per la sua carica provocatoria e violenta, alimentata dal suo travolgente andamento ritmico. Negli anni cinquanta e sessanta, per i contemporanei, il rock era anche un espressione di disprezzo e collera verso il potere esercitato dai padri.
Rock e rock and roll spesso sono utilizzati come sinonimi. "Rock" vuol dire ondeggiare, dondolare, oscillare, mentre "roll" rotolare, ruotare. La frase "roking and rolling" era un'espressione secolare dei neri per indicare balli o sessi sin dal diciottesimo secolo. A questa usanza si ispira il musicista blues Roy Brown che nel 1947 usò la canzone “Good rocking tonight”: la parola rock era apparentemente riferita al ballo ma celava in realtà un’allusione al sesso. Mentre l’espressione rock and roll viene attribuita al dj bianco di Cleveland Alan Freed, che lavorava per una trasmissione radiofonica dal titolo “Moondog Rock ’n’ Roll party”.
Elvis Presley fu battezzato come re del rock'n'roll, e fu sicuramente il più importante alfiere di questo genere. Con il suo pezzo "Forever young and beautiful", impersonava nel rock il mito dell'eterna giovinezza.



La danza
Il ballo Rock and Roll deriva dal lindy hop, a sua volta nato dallo swing degli anni venti. Il lindy hop fu il primo ad inserire anche elementi acrobatici nel ballo di coppia. Venne poi modificato attorno agli anni quaranta, per la necessità di ballare su musiche più veloci e ritmate. Così, poco tempo dopo, fece la sua comparsa il boogie-woogie. Il ritmo del rock and roll è essenzialmente boogie-woogie, con un accentuato backbeat, quest'ultimo quasi sempre fornito da un rullante. Questo ballo si distingue sopratutto per il suo ritmo travolgente. Il boogie si presenta come uno stile pianistico del jazz, una derivazione strumentale del blues testimoniata da accordi isolati, scale e arpeggi veloci. Questo ballo arriva in Europa in concomitanza della seconda guerra mondiale, grazie alle truppe americane e fu subito un successo, soprattutto in Francia e in Italia: la gente fu subito conquistata da questo ballo allegro, spensierato, caratterizzato da figure acrobatiche mai viste in precedenza. Quando, attorno al 1955, la musica rock and roll sbaragliò la concorrenza, il boogie-woogie si trasformò definitivamente e per l'ultima volta in una danza più movimentata e competitiva, il Rock'n'Roll.

Questo ballo di coppia esprime il desiderio di premere sull’acceleratore con un ritmo sempre più frenetico. La particolare ‘calciata’ è ciò che caratterizza più di ogni altra cosa il movimento del rock and roll. I ‘calci’, però, devono essere dati in avanti in maniera secca e decisa, solitamente l'uomo verso l'esterno (partendo con la gamba sinistra) e la donna verso l'interno (partendo con la gamba destra). Il passo base (famigliarmente chiamato "base") del rock and roll, infatti, è proprio il classico ‘kick ball change”: una sorta di "cambio" di gamba, appunto come dice il nome.
Questa danza lascia un forte effetto liberatorio che rispecchia molto l’impatto sociale del rock e degli strumenti che ne hanno fatto la storia: chitarre e bassi elettrici, batterie.
Il ruolo del rock & roll nella storia del ballo, della musica e del costume è insostituibile, proprio come quello di New York negli States: fulcro delle metropoli, punto di riferimento per molte tendenze, nella musica come nella danza.

E chi non si ricorda del rockeggiante Grease? Un film, diventato anche un musical, che ha coinvolto e appassionato diverse generazioni, facendo scatenare grandi e piccini sulle note del rock and roll!