Immagine Header

"Balla coi lupi" nelle piazze italiane


Sabato 30 aprile il WWF scende in 10 piazze italiane a passo di tango per rilanciare la Campagna #soslupo. Per tutelare i lupi diverse città aderiscono all'iniziativa e le piazze si trasformeranno in una magnifica milonga di tango. Per “Balla coi lupi” i ballerini e partecipanti indosseranno una mascherina dalle sembianze “lupesche” (realizzata da Stefano Tonelli) per portare nuovamente l'attenzione sul rischio reale di abbattimenti legali di questa specie protetta, come previsto dal “Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia” introdotto dal Ministero dell'Ambiente

Nel corso della giornata fino alla sera le piazze saranno animate con danza e maschere: un flash-mob organizzato e promosso dal WWF e dalla redazione “Restiamo Animali” (una trasmissione radio in onda da Bolzano a Lecce - Taranto attraverso un circuito di radio locali). Nato grazie alla premura della società civile, preoccupata per le sorti del lupo in Italia, che vuole ripresentare la richiesta di raccolta fondi per fornirsi di alcune attrezzature utili per la ricerca scientifica e le attività finalizzate alla caccia non abusiva.

L'animazione nelle piazze prenderà vita grazie al prodigioso contributo delle scuole di ballo delle varie città partecipanti, a cui i danzatori e maestri hanno risposto con grande entusiasmo e passione. Chi ha organizzato e promosso questo evento ha voluto ribadire il fatto che l'Italia dovrebbe mantenere un ambiente dove l'uomo possa vivere in armonia e sintonia con il lupo. Già più di 130 mila persone hanno sottoscritto la Petizione in cui si chiede di eliminare ogni possibile “via libera” all'uccisione legalizzata di lupi. 

Sabato riparte la sottoscrizione delle firme che verranno consegnate nei giorni successivi al Ministro Gianluca Galletti. Il WWF ha scelto il tema del tango perché questa danza conserva nella sua tradizione un impegno civile con le sue “milonghe solidali”. Con questo flash-mob è possibile intravedere un chiaro messaggio espressivo e metaforico: la danza è espressione di relazioni che per funzionare hanno bisogno di ascolto e rispetto reciproco. Il tango è sicuramente il promotore ideale per questo grande concetto che si cela nella danza. L'uomo con la mascherina prenderà le parti della specie selvatica mentre la donna rappresenta la specie umana. 

Elenco completo delle iniziative: 
1. Roma in Piazza del Campidoglio dalle 19,00 alle 20,00 con la collaborazione di Tangare
2. Milano in piazza dei Mercanti dalle 21,00 alle 22,00 con la collaborazione di Milano Tango e Mario Tango Pavia.
3. Venezia a Campo San Giacomo dalle 22,00 alle 23,00 con la collaborazione di Tango Social
4. Firenze in Piazza della Repubblica (portici lato Feltrinelli) dalle 22,00 alle 23,00 con la collaborazione di Passion de Tango
5. Napoli presso presso la Galleria Umberto I dalle 22,00 alle 23,00  con la collaborazione di Salone Margherita.
6. Verona in Piazza Erbe (nel caso di pioggia al Mercato Vecchio) dalle ore 21,00 alle 22,00 con la collaborazione di Clandestino Club Verona
7. Torino a Via Roma (altezza Galleria San Federico) dalle 22,00 alle 22,30 con la collaborazione di Tango Intenso
8. Livorno nella Terrazza Mascagni (lato gazebo) dalle 20,00 alle 21,00 con la collaborazione di Livorno Danza e Spettacolo
9. Lecce nella Villa Comunale (Villa della Lupa) dalle 17,30 alle 18,30 con la collaborazione di Gianna Beltango Lecce,  Tango Illegal, Blutango, Tracce di Tango, Accademia Tango Tradición, Milonga Presidencial, La Sabrosa, Salentango, Tanguerofollia
10. Reggio Calabria in via Marina (Stazione FS Reggio Calabria Lido) dalle 22,00 alle 23,00 con la collaborazione di Reggio Tango.

Ricordiamo inoltre che l'evento sarà seguito in streaming e podcast su www.restiamoanimali.it!

Fonti testo e immagini:
www.wwf.it