Immagine Header

Le ètoiles sulle copertine dei libri


"Danza, danza, altrimenti siamo perduti." 
- Pina Bausch 

Questa volta Post Spritzum vi presenta qualcosa di un po' diverso per voi appassionati di danza. Con questo articolo desidero porre l'attenzione di voi lettori sulle recenti pubblicazioni dedicate a danzatrici e ballerine per soffermarsi su quanto sia sempre stata importante la figura femminile nell'evoluzione della danza e del balletto. Sono state molte le danzatrici che, oltre ad essere state apprezzate per la loro autentica personalità nella cultura del loro tempo, hanno portato le proprie idee alla luce per farne un manifesto di un'epoca, che è anche la nostra. 
Il risultato di questa ricerca è una piccola raccolta che rivela una verità fondamentale: la danza è donna. Gran parte di quello che sta alle radici della danza contemporanea proviene da idee, innovazioni ed esperimenti di donne che, rompendo con il passato, hanno attraversato nuove strade e intrapreso direzioni inaspettate. Si prosegue con la biografia dedicata alla madre del teatro-danza d'Europa, Pina Baush, senza tralasciare i grandi talenti femminili del Balletto italiano e internazionale. Da Natalia Makarova, famosa ètoile russa che nel suo libro autobiografico racconta il suo duplice ruolo di ballerina-mamma, al libro di fotografie della grande Svetlana Zakharova, fino alla meravigliosa biografia dedicata all'ètoile italiana Luciana Savignano. Facciamo questo piccolo viaggio nella recente storiografia tersicorea alla riscoperta dell'essenza femminile nell'arte della danza. La danza è veramente Donna? Scopritelo leggendo i seguenti libri che vi propongo…

1. Il libro “Donna è ballo”, edito dalla Ghlibi, racconta l'evoluzione della danza moderna attraverso le interessanti analisi di grandi ballerine del XX secolo, quasi tutte americane: Martha Graham, Isadora Duncan, Loie Fuller,Ruth St. Denis, Doris Humphrey, Mary Wigman, Hanya Holm, Anna Sokolow, Simone Forti, Meredith Monk. Quando si tratta della nascita della danza moderna non si possono dimenticare i ricchi ma impagabili contributi di altre donne innovatrici del mondo della danza, che ne hanno sicuramente accelerato le dinamiche evolutive. Un esempio è lo studio del rapporto luce-movimento da cui è nata la nota “danza serpentina” di Loie Fuller, oppure i veli ondeggianti di Isidora Duncan, che desiderava avvicinare la danza all'arte greca, ritrovando l'essenza nella libertà dei movimenti.





2. "Pina Bausch. Una santa sui pattini a rotelle” (Edizioni Clichy)
Si tratta di una recente biografia scritta da Leonetta Bentivoglio. Uscito un paio di anni fa, il libro ripercorre la biografia artistica e umana della madre del teatro-danza d'Europa, di questo genio femminile il cui spiccato talento ha lasciato una grande impatto sull'evoluzione della danza, e anche in futuro continuerà ad essere una stella cometa per tutti quanti. La prima parte si sofferma sulla vita e il lavoro artistico di Pina Bausch, secondo un ordinato sistema cronologico, per poi proseguire con un importante saggio curato dalla Bentivoglio che ha avuto la fortuna di conoscere e intervistare questa grande icona della danza. Per chiudere il cerchio, alla fine del libro sono state inserite una serie di testimonianze della stessa Bausch. 

Per ora vi lascio con questi due libri.. altre proposte vi aspettano nel prossimo appuntamento! Nel frattempo... 
Shake your mind!


Fonti testo:
www.giornaledelladanza.com

Fonti immagini:
1) www.nordenergi.org
2) www.ibs.it
3) www.chekmezova.com