Demotivational Mr. Agenda

Lui è Mr. Agenda (Mr. si legge “mister”) e, ovviamente, è un’agenda. Mentre la maggior parte delle agende di questo mondo vive una vita felice, piena di progetti e idee scritti tra le proprie pagine, il nostro Mr. Agenda non se la passa molto bene. Nessuno ha mai scritto nulla tra le sue pagine, e nessuno sembra avere intenzione di farlo nel breve o lungo periodo. E quindi? Semplice: reagisce con un curioso miscuglio di pessimismo e cinica ironia. Ci si prova, almeno.


Mr. Agenda sarà il protagonista di una strip che cercherò di pubblicare una volta alla settimana, un lavoro piuttosto sperimentale che spero possa piacervi. Questo personaggio si rivolge direttamente a noi lettori, sembra volerci portare dalla propria parte. Potrebbe quasi apparire depresso, sconfitto dalla vita, ma è solo apparenza perché quello che sta facendo è perculare le proprie sfortune, portarle all’eccesso fino a banalizzarle. Probabilmente non lo sa nemmeno lui, ma è così. E Demotivational Mr. Agenda è proprio figlio di quei meme sui social network che fingono depressione ma che in verità si stanno prendendo gioco di tutti quanti noi.



Anche il fatto che sia disegnato male… No, questa striscia sarà disegnata male perché il sottoscritto non sa disegnare. Qualcuno di voi potrebbe magari pensare a quegli artisti, sono sempre di più, che fingono di disegnare male ma che in verità hanno sviluppato uno stile personale e originale. Ecco, il sottoscritto invece non sa proprio disegnare, e prova a fare di necessità virtù. Cosa si può combinare con abilità e mezzi tecnici estremamente poveri? Proveremo a capirlo settimana dopo settimana, riflessione dopo riflessione, pessimismo dopo pessimismo.


Ché poi, alla fine, Demotivational Mr. Agenda è un inno all’ottimismo. Sì, perché se anche ridotto così male il fumetto riesce a raccontare qualcosa, allora il potere delle vignette è incredibile. E se con così poco si riesce a fare così tanto, allora occorre non rinunciare mai ai propri sogni.

Shake Your Mind!