Immagine Header

Essere troppo forti e sue implicazioni

Le trame dei cosiddetti “battle shonen”, fumetti tipo Dragonball o One Piece per intenderci, possono essere ricondotte a questa successione: protagonista inizialmente debole che fallisce una certa impresa, protagonista che si allena faticosamente, protagonista che riesce nell’impresa precedentemente fallita, tutti felici e contenti. “One Punch Man” no, non funziona così.

  È che Saitama è già il più potente del mondo fin dall’inizio, dopo un allenamento che noi non vediamo ma che sappiamo essere stato di semplice ginnastica. E ora sconfigge qualsiasi genere di mostro, mutante, combattente con un unico, banale pugno. Diciamocela tutta: Saitama è un personaggio noioso, al limite del sopportabile. Privo di peculiarità, privo di interessi, annoiato dalla mancanza di avversari al suo livello. Diventa un supereroe, ma neanche in questa occupazione riesce a trovare la felicità. Più che vivere, sopravvive. E nessuno, tra l’altro, sembra accorgersi che lui è il migliore.

  “One Punch Man” è l’anti-shonen per eccellenza, perché calcia letteralmente via ogni punto di riferimento che precedentemente questo genere di fumetti aveva stabilito. Uno dei punti di forza degli shonen, ad esempio, era l’insegnamento che ogni lottatore, per quanto apparentemente imbattibile, abbia i propri punti deboli: questo spinge il lettore stesso ad impegnarsi per migliorare in un qualche ambito. Ma Saitama non ha punti deboli perché, banalmente, è imbattibile: dunque, cosa potremmo imparare da una trama del genere? A proposito, la trama. Un fumetto che parte dalla situazione che di solito rappresenta il finale -il protagonista è diventato fortissimo- che trama può avere? Questo è uno dei pregi dell’autore “One”: dal nulla ti ricava una storia.

  D’altra parte un’opera del genere apre a suggestioni e universi tutti nuovi: chissà cosa potrà nascere, se i fumetti che verranno continueranno a scardinare certezze. Intanto Goku si allena livello dopo livello, Rufy continua ad approfondire il proprio potere per apprendere nuove tecniche, il buon Saitama spazza via nemici di ogni tipo con un pugnetto. Che ingiusta, la vita.

Shake Your Mind!




FONTE IMMAGINI:

1) StickPNG.it
2)RevelationPortal.it