Immagine Header

Incredibili proprietà del calciobalilla e fumetti ad esse dedicati

Loris Ferrero per redazione Post Spritzum

Partiamo subito da un presupposto: “Biliardino” di Alessio Spataro non è un fumetto sul calciobalilla. È un’opera ben documentata che, pur partendo dal famosissimo gioco, sceglie di ripercorrere tappe e personaggi della storia del Novecento, come quelle riguardanti la guerra civile di Spagna del ’36. La figura centrale è comunque l’inventore del gioco, Alejandro Finisterre, che si barcamena con spirito pratico tra situazioni e incontri di vario genere: noi lo seguiamo una vignetta dopo l’altra, su sfondi esclusivamente rossi o blu come gli omini delle stecche, stupendoci di volta in volta del fatto che, in una maniera o nell’altra, riesca sempre a cavarsela.

 Giusto per dire: stiamo parlando di colui che forse nemmeno l’ha inventato, il calciobalilla, la cui origine è piuttosto variegata, ma del resto Alejandro Finisterre non è stato né il primo né il vero nome del nostro personaggio. Versatile come il biliardino, del resto: ci si passa il tempo ai bar come in spiaggia, e chiedete per conferma ad un animatore da centro estivo, quante tensioni fa svanire una bella scalcettata. Gioco certo, ma anche qualcosa di più: insegna a vincere e perdere, ad adottare strategie, a non sottovalutare le cose più semplici. Incredibilmente democratico, perché chiunque può vincervi, basta un colpo di fortuna -o sfortuna, dipende da che punto di vista osserviamo- come quelli che hanno guidato la vita di Alejandro, seppur tra alti e bassi. E le vignette paiono ricordarcelo, schizzando da un evento all’altro e belle effervescenti, portandoci all’interno di una variopinta galleria di personalità e accadimenti. Ma del resto il calciobalilla è simile al suo inventore: miccia per attaccare bottone, momento di spensieratezza tra un caffè ed una birra.

  Un biliardino è un cantastorie. Quante ne potrebbe raccontare? Quella partita durata fino a notte fonda, quel vecchietto che muovendo le stecche ricorda la sua gioventù con un sorriso, quel ragazzino imbranato che scopre di avere un talento in porta, magari. Spataro se n’è accorto e, da un semplice “Biliardino”, ha tirato fuori una storia che vale la pena di conoscere.
Shake Your Mind!

FONTI IMMAGINI:

1) PerqualcheFumettoinpiù.it
2) Popoffquotidiano.it