Immagine Header

NON C'E' L'UNO SENZA IL DUE

Di Loris Ferrero per redazione Post Spritzum

Nella nobile arte del corteggiamento è risaputo che le migliori strategie di successo si hanno qualora si usufruisca dell’aiuto della cosiddetta “spalla”; non esisterebbe il bello se non ci fosse il brutto e “ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”, come spiega il buon Newton: le coppie, nel mondo, sono fondamentali.
  I fumetti sono pieni zeppi di coppie. Potremmo parlare dell’oscuro Batman e dei vivaci Robin – al plurale, perché sono più persone nel corso della storia ad assumerne l’identità – e sottolineare quel rapporto particolare che si crea tra le due figure, un po’ maestro/allievo e un po’ padre/figlio; potremmo anche tirare in ballo i romantici ladri in nero, Diabolik ed Eva Kant, che mostrano nelle loro ruberie varie una complicità invidiabile. Nei fumetti giapponesi per adolescenti si hanno spesso contrapposizioni tra due personaggi, allo stesso tempo compagni e rivali: i ninja Naruto e Sasuke nell’opera di Kishimoto, Natsu e Gray in “Fairy Tail”, giusto per riportare due casi.

 Ma è con la comicità che i duo raggiungono l’apice.Tom e Jerry sono un esempio efficace: famosi più per i cortometraggi di cui sono protagonisti, ma anche presenti nel mondo delle vignette, questo gatto e questo topo in perenne lotta tra di loro continuano a distruggersi a vicenda da anni. Nelle strisce a fumetti, poi, le coppie sono di casa. Si pensi alla prima in assoluto, “Mutt and Jeff”, vagamente simili nell’aspetto a Stanlio e Ollio, appassionati delle corse dei cavalli, mezzi matti. Oppure alla più giovanile “Calvin & Hobbes”, incentrata sulle avventure di un ragazzino e della tigre di pezza che, nella sua mente, diventa reale: la loro ironia e tenerezza ha accompagnato – e distratto, ammettiamolo - studenti di ogni età sui diari scolastici della “Comix”.

  Infine Groucho. Groucho e le sue freddure. Groucho assistente dell’indagatore dell’incubo Dylan Dog. Bello e tenebroso il secondo quanto buffo e inopportuno il primo. Ed è questo il fascino maggiore nei due membri di una coppia: ci si completa a vicenda. Shake Your Mind!


FONTI IMMAGINI:

1) lfb.it
2) digilander.libero.it