Immagine Header

Ritratti: Crilin

Dicevo settimana scorsa (in questo articolo qui) che sono due i personaggi del mondo dei fumetti che mia nonna conosce: Topolino e Goku. E quest’ultimo ci porta nel meraviglioso mondo di Dragonball, tra combattimenti, livelli di forza impressionanti e onde di energia oltre ogni immaginazione. Ebbene, non è del suo protagonista che parleremo questa volta, ma di un comprimario che, in verità, è piuttosto importante.

 Il buon Crilin, senza capelli, senza naso (non gli è stato disegnato), senza grande potenza soprattutto nella seconda parte della storia, è il terrestre più forte che esista. Che poi venga surclassato facilmente da cyborg tecnologici, alieni vari e divinità per tutti i gusti è tutto un altro conto, è lì proprio per farci vedere come il livello ad un certo punto impenni drasticamente e ciò che fino a quel momento è stata un semplice viaggio avventuroso alla ricerca delle leggendarie Sfere del Drago si è trasformato in una vera e propria lotta per la sopravvivenza. In cui il buon Crilin, con coraggio e determinazione, prova a giocare la propria parte: del resto noi del pianeta Terra siamo così, ossi duri; e il caro Goku, riguardo ad alcuni aspetti particolari della sua potenza, deve dire anche grazie ai suoi vissuti terrestri. Crilin in verità tira le cuoia svariate volte nel corso del manga, ma si sa, le sfere magiche tutto possono, e così torna magicamente in vita più volte.

 È uno di quei personaggi che al pubblico sta simpatico, ma verso il quale la critica è piuttosto severa. Con errore, però: migliore amico del guerriero più forte in assoluto (Goku), capace di conquistare il cuore della bella Cyborg C-18 (!), mette lo zampino in tutte le battaglie principali, ricordandoci che un po’ di umana ignoranza -in senso buono eh- serve sempre.

 Battute a parte, lo spocchioso e petulante ragazzino che scelse di diventare allievo del celebre maestro Muten solo per rimorchiare diventa in corso d’opera un valido combattente, altruista e gentile, con picchi di liricità mica male. Poi vabbè, spesso è un idiota, ma quando si racconterà delle epiche battaglie tra i migliori guerrieri al mondo lui potrà dire: “io c’ero”.

 Shake Your Mind!



FONTE IMMAGINI:

1) PianetaDragonBall.it
2) Efp.it