Immagine Header

Vignette & Lego

Prendiamo spunto dalla linea dei supereroi -sì, tanto quelli maschili quanto quelli femminili, da Spiderman a Wonder Woman, così facciamo contenti tutti- per proclamare a gran voce la qui presente affermazione: il matrimonio tra fumetti e mattoncini Lego s’ha da fare.

  Del resto, i mattoncini più famosi al mondo sono rettangolari, come le vignette. Non tutte, ma sì, insomma, la maggior parte. E queste “cose” rettangolari, unite insieme, danno vita a mondi incredibili, popolati da esseri stupefacenti: del fumetto, neanche vale la pena fare qualche esempio; del secondo invece si potrebbe obiettare che tutti i personaggi ai quali ha dato vita derivino da altri media, come il cinema o i fumetti stessi. Bene, ma vogliamo parlare dei film sui personaggi Lego? Ebbene sì, anche i mattoncini hanno generato personaggi degni di nota.

  Passiamo al discorso fantasia. Tanto i fumetti quanto i Lego alimentano la fantasia, bene. Banale però, quindi occorre fare un passetto ulteriore. Costruire qualcosa o prendere in mano una matita e disegnare permettono di confrontarsi con l’infinito. Cosa vuol dire? Che le vignette e i mattoncini non pongono limiti. Possono dare vita a tutto o a niente, dipende dalla mente dell’artista. Ed ecco una parola importante, artista. Tanto i fumetti quanto i Lego non si prendono troppo sul serio, ma generano comunque arte. Permettono di esprimersi e sanno raggiungere vette di complessità impressionanti: informarsi sul Spiegelman e Sawaya, ad esempio, per credere. È la bellezza di questi due mondi: combinare la semplicità in qualcosa di più alto, senza comunque perdere leggerezza.

  Abbiamo divagato un po’, forse sparato qualche esagerazione, ma il messaggio -si spera- è forte e chiaro: Lego e fumetti, insieme, possono combinarne delle belle. Intanto, attraverso i supereroi, queste due realtà negli ultimi anni hanno iniziato a dialogare…


  Shake Your Mind!




FONTE IMMAGINI:

1) MovieforKids
2) Abitare.it