Immagine Header

Camera con vista, i viaggi dell'amore

Storia d’amore e di viaggi, Camera con vista è uno tra i più celebri romanzi di Edward Morgan Forster.

La storia, ambientata inizialmente nella bella e pittoresca Firenze, racconta la contrastata vicenda sentimentale di due giovani inglesi, Lucy e George
Grazie al racconto dei viaggi della protagonista in Italia, l’autore sviluppa il tema dell’amore lacerato tra perbenismo e passionalità.

La questione del contrasto è centrale in tutta l’opera di Forster: le vicissitudini di un cuore tormentato si intrecciano e si confondono con la diversità dei due scenari della storia, l’Italia e l’Inghilterra.

La protagonista è Lucy tipica ragazza inglese di famiglia benestante.
La giovane si troverà “incastrata” tra due uomini completamente opposti, così come sono agli antipodi le città in cui si svolge la storia. Da una parte viene presentato Cecil, il tipico gentleman inglese elegante, raffinato, ma distaccato nelle relazioni ed interessato solo alle convenzioni sociali; dall’altra si trova George, impetuoso e passionale, anticonformista agli occhi della società inglese.

Le stesse caratteristiche si rispecchiano nella scelta della meta del viaggio di Lucy a Firenze, opposta alla cittadina nel Surrey in cui vive. Un’Italia pittoresca, vivace, folkloristica e culturale viene contrapposta al perbenismo e al puritanesimo dell’Inghilterra, dove l’ipocrisia sociale e l’importanza dell’apparenza risultano più importanti dei sentimenti.

Libertà e oppressione, crescita dell’autonomia personale, coraggio di prendere decisioni che possono suscitare sdegno o delusione nei confronti dei propri cari.
Forster riesce ad affrontare nei primi del Novecento temi attualissimi, offrendo a tutti i lettori un insegnamento educativo e morale grazie alla leggerezza della propria penna.