Immagine Header

Le Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, 150 anni di successo

Il 26 Novembre la protagonista di un mondo incantato, dove la stranezza è sinonimo di normalità, ha compiuto 150 anni. Di chi stiamo parlando? Naturalmente della bella e biondissima Alice nel Paese delle Meraviglie.

La storia è conosciuta da grandi e piccini.

Alice, nel giorno del suo 7° compleanno, incuriosita dall’apparizione di un coniglietto bianco, decide di seguirlo e rincorrerlo nel suo tragitto.
Una volta arrivata alla sua tana, Alice si troverà catapultata in un mondo magico dove tutto è possibile e non c’è limite alla fantasia. Funghi dai poteri magici, merende con il tè preso in compagnia del Cappellaio Matto, animali bizzarri che appaiono e scompaiono a loro piacimento o che vengono usati per giocare a cricket, la Regina di Cuori che vuole decapitare chiunque le dia fastidio.

Il libro di Lewis Carrol è animato da fantasia e da immaginazione fuori dal comune. L’autore vuole presentare un mondo incantato, senza limiti di possibilità. Alice non si stupisce delle stranezze che incontra, non è interessata a sapere se l’esperienza che sta vivendo sia un sogno o un’avventura; la spontaneità dell’infanzia vince sugli interrogativi e sulla volontà di definire ogni situazione, caratteristica tipica degli adulti.


Non tutti forse sono a conoscenza del fatto che la trama è stata ispirata da una bambina reale.
L’idea di Alice nel Paese delle Meraviglie sembra nascere durante una gita in barca con le figlie del nuovo rettore, caro amico dello scrittore. Carrol raccontò alle tre ragazzine una storia così interessante che la più piccola delle tre, Alice, lo supplicò di scriverla. La storia era stata inventata e modellata proprio a partire dal carattere curioso e allegro della bimba.

Nacque così, il 26 Novembre 1965, il romanzo “Le Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” che 150 anni dopo rimane una delle storie più conosciute al mondo.

Curiosità: Alice nei libri illustrati e nei film è sempre stata rappresentata con i capelli biondo, ma in realtà la piccola Alice ispiratrice era mora.