Immagine Header

Leggere, un toccasana per la mente e non solo

Per passione, per dovere, per necessità o semplice curiosità tutti nella vita abbiamo letto almeno un romanzo, che sia il grande classico o l’ultima novità uscita in libreria.

Fin da piccoli ci hanno ripetuto che leggere fa bene alla salute, ma i libri non contengono né vitamine antiossidanti né proteine e carboidrati per farci crescere sani e forte.

Quali sono, allora, i benefici che la lettura apporta al nostro organismo?

1. Leggere stimola la mente.
Questo è forse il beneficio più conosciuto. Mantenere la mente allenata nell'intreccio di storie e personaggi è un ottimo esercizio per il cervello che a lungo andare può prevenire l’Alzheimer o la demenza senile, o semplicemente migliorare la memoria.

2. Amplia le conoscenze ed arricchisce il vocabolario.
Più libri si leggono, più informazioni si raccolgono e più vocaboli si incontrano. Un bravo lettore, molto spesso, è anche un buon scrittore; la sua mente allenata gli permette di esprime i propri pensieri senza difficoltà, componendo frasi ben articolate e ricche di figure retoriche e termini ricercati.

3. Rende più empatici.
Trovarsi di fronte ai problemi di altre persone crea nel lettore un meccanismo di immedesimazione in realtà altrui, rendendolo più altruista e capace di leggere le emozioni. Inoltre, le strategie di molti di autori di svelare solo in parte il carattere dei personaggi dei loro romanzi obbliga chi legge a sforzarsi di entrare nella loro mente per cercare di comprendere meglio il perché di certe scelte e comportamenti.

4. Aiuta ad ascoltare.
Strettamente legato all'empatia, una maggior emotività si riflette nella capacità di essere maggiormente predisposti all'ascolto e, soprattutto, più attento ai dettagli. Un lettore abituale sarà in grado di percepire piccoli cambiamenti di espressione nel volto dell’interlocutore o variazioni di tono nella sua esposizione.

5. Riduce lo stress e aiuta a dormire.
La nostra testa a fine giornata è spesso “intasata” da pensieri e preoccupazioni. Immergersi nelle pagine di un romanzo non solo permette al cervello di distrarsi e scappare in una realtà parallela, diminuendo lo stress quotidiano e favorendo il riposo notturno. Chi prende l’abitudine di leggere prima di andare a dormire si accorgerà presto di come questa attività si trasformi in una vera e propria dipendenza positiva.

6. Leggere ti cambia la vita.
Ogni persona ha, ben riposto nel proprio intimo, un libro che gli ha cambiato la vita.
Che sia per la trama, per il protagonista, per una semplice frase che lo ha colpito ci sono libri che non ci abbandoneranno mai e che torneremo sempre a cercare in un momento di sconforto, di felicità o per darci la giusta carica.
Questo è in fondo il beneficio più grande per la nostra salute: sapere che tra le mille mila copie di romanzi che sono stati editi ne esiste uno appositamente per noi... In poche parole la nostra anima gemella!

Non smettete mai di leggere e continuate la vostra ricerca!