Davanti all'obiettivo per Scatti Reali

Di Irene Fascio e Federico Mo
per Redazione Post Spritzum

Domenica 21 dicembre 2019 la redazione di Post Spritzum si è spostata nei dintorni di Ivrea, in particolare a Mercenasco, per assistere a quello che ormai è diventato un appuntamento fisso organizzato da Carlotta Cecchetto, "Scatti Reali".

Dopo aver fatto visita agli shooting al Castello di Osasco, Castello dei Marchesi Romagnano di Virle Piemonte, Villa La Paesana di Piobesi Torinese questa volta la location era il Castello Benso di Mercenasco e il tema era “Magical Christmas”.

Qualche informazione sul Castello per poi continuare il racconto della giornata.


Situato sulla sommità di una collina meridionale dell’anfiteatro Morenico di Ivrea, si ritiene che il luogo fosse già sede di un insediamento romano in quanto sulla via per accedere ad Eporedia (Ivrea). Il nome stesso sembra derivare dal nome gentilizio Mercinus o Mercinius. Il primo documento storico risale a 1142, quando un certo Guglielmo Borgio di Mercenasco giura fedeltà alla città di Vercelli. Nel 1118 i feudatari, per ordine del marchese Bonifacio del Monferrato, rigettarono l’antico legame con Vercelli giurando fedeltà al comune di Ivrea. Dal 1280 è documentata la consignoria dei Valperga di Mazzè, che esercitano la giurisdizione insieme ai Valperga di Mercenasco. Nel XIV secolo, quando le mire espansionistiche dei Savoia e dei Monferrato sfociano in un lungo conflitto che devasta l’intera regione e vede schierati da un lato i Conti di San Martino, forti esponenti del partito guelfo dei Savoia, e dall’altro i ghibellini Conti di Valperga, legati ai Monferrato, il ricetto e castello di Mercenasco, che nel 1332 era stato infeudato dal marchese di Monferrato ad Antonio e Carlo Valperga di Mazzè, vengono incendiati e saccheggiati. 


Il borgo passa ai Savoia nel 1338, ma solo nel 1355 viene riconfermato da Carlo V ai Monferrato, i quali costruiscono una fortezza difensiva della quale rimangono tracce fino alla fine del 1400. Nell’Ottocento la famiglia Graneris si estingue, il castello risulta gravemente danneggiato dalle invasioni napoleoniche quando viene acquistato dal conte Alessandro Compans di Brichanteau che ne inizia una lunga trasformazione portata poi a termine da suo figlio Carlo nel 1925. Infatti l’architetto Chevalley all’inizio del Novecento trasforma l’antico castello seicentesco in dimora signorile modificandone completamente la struttura a ferro di cavallo; infatti viene alzata la Torre creando uno spettacolare ambiente a loggiato, viene creato il grande salone d’ingresso e vengono allineante le facciate per uniformare la facciata a levante. Inoltre vengono edificate le serre e l’intera decorazione araldica delle facciate. Sulla facciata d’ingresso si trova il grande stemma dei Brichanteau.


Eravamo quindi in un castello a dir poco da favola. si è tenuto l’evento "Magical Christmas" a cura di Carlotta. 

Margarita Prykydyeva, Miruna Mod’Art Flower, IvannaIvanna e Olesea Shuarenco  sono le stiliste che hanno partecipato a questo "Magical Christmas" presentando degli stupendi abiti favolosi  in una cornice natalizia.

Questa volta però Post Spritzum non è stato solo spettatore ma ci siamo cimentati negli scatti e anche come protagonisti: infatti Irene F.  - una delle nostre scrittrici - si è prestata a fare la modella e ha partecipato ai meravigliosi scatti.

Prima di tutto vorremmo sottolineare come all’evento possano partecipare sia modelle professioniste sia modelle alle prime armi - o anche solo comunque ragazze interessate a confrontarsi con il mondo della moda.



Siamo arrivati all’evento con largo anticipo, in modo tale da avere il tempo di prepararci con trucco, parrucco e la scelta degli abiti. E si comincia proprio dallo scegliere i vestiti, attività importante anche se non completamente vincolante perché nel corso dell’evento si ha la possibilità di cambiare molti abiti.

E poi ... I vestiti sono veramente tutti bellissimi! Confezionati con stoffe di qualità e tagli tali da renderli degni di nota e adatti a principesse moderne. E non son mancati dei piccoli sfoggi di simpatica creatività sul tema dell'evento, come il vestito rosso con richiami all'albero di Natale e cornici con elementi natalizi: Stelle di Natale, luci e decorazioni varie che andavano ben a colorare l'atmosfera calda e famigliare tipica del Natale.

Dopo la preparazione si incomincia: noi modelle usciamo fuori dai camerini e ci prepariamo a posare per tantissimi fotografi impazienti di fotografare le bellissime modelle con i meravigliosi abiti. Gli scatti realizzati sono splendidi e saranno per la maggior parte condivisi con le modelle, perché la parola anima di questi eventi è proprio "condividere"


Condividere una giornata all’insegna della bellezza, ma anche verso la sicurezza in se' stessi e la conoscenza del proprio corpo. Come ben sappiamo il mondo della moda non è un mondo facile, spesso contano solo la bellezza e la perfezione; ma negli ultimi anni si sono visti molti cambiamenti anche in questo mondo per fortuna. Agli eventi di Carlotta non bisogna necessariamente essere perfetti ma soprattutto aperti a nuove esperienze e con tanta voglia di imparare e sperimentare. 

Non è solo la bellezza che conta ma anche l’autodeterminazione e la personalità ed è proprio quello che io ho imparato nel corso della giornata: saper valorizzare se stessi proprio come quando ci si prepara a un colloquio di lavoro, ma in un contesto in questo caso (per fortuna!) molto più famigliare e tranquillo, dove ci si può mostrare senza paura di essere giudicati. La perfezione non esiste ognuno ha i propri difetti, ma possiamo sempre migliorarci e impegnarci nella valorizzazione dei nostri pregi, non badando troppo ai giudizi altrui e senza farci influenzare.


“Scatti Reali” è un evento che spinge una ragazza a migliorarsi e ad approcciarsi a questo mondo. Si impara dalle altre modelle e si impara a lavorare su se stessi, sulle proprie emozioni, su come esprimerle e nel ritrovare se stessi. Oltre a imparare ci si mette anche in dubbio e alla prova per scoprire i segreti del mestiere come posare, mantenere una giusta espressione facciale, sfilare migliorando il portamento,  e - perché no? - ritrovare anche un po’ se stesse. 

Non è semplice raggiungere lo scatto perfetto, per raggiungerlo c’è bisogno di un lavoro di squadra, in primis tra la modella e il fotografo. Ad esempio, il fotografo può suggerire una scena e può dare consigli sulle pose e poi sta alla modella ad inventarsi, a conferire un po’ di creatività allo scatto. 


Inoltre, come già detto, durante quest’evento si possono indossare magnifici vestiti, abiti che potremmo definire da favola, perché un po’ ogni donna da piccola ha sognato di essere una principessa e Carlotta ci offre questa possibilità di sognare un po’ insieme a lei. Una bellissima giornata che ci porta per qualche ora in un mondo quasi fantastico e pieno di libertà.

Se volete sapere di più riguardo all'evento potete vedere questo breve video.

Seguite la pagina Carlotta per saperne di più. 

Ci vediamo al prossimo evento che sarà il 2 febbraio 2020 al Castello Benso di Mercenasco per una giornata a tema Parigi.


#staytuned #shakeyourmind

fonte sito: 
-http://www.ilcastellodimercenasco.com/it/index.html
-https://www.youtube.com/watch?v=B1X7h_BCias&feature=youtu.be&fbclid=IwAR1eIsLGD_AsKwbzMgJi2WE2por1bRDVBve4BLM-RCy-t7wp9VPMt3obqS0

fonte immagini e video:
- foto di Nicola Vince Sterlacci
-foto di Giancarlo Zitti
-foto di Federico Mo 
-foto di Massimo Casilli
-videomaker Luca Cagnasso