Lady D. Style

"Lady D. Style".

Sei già andata/o a vedere la mostra di Lady Diana alla Reggia di Venaria ?
Se questa domenica non hai nulla da fare te la consiglio, non solo se sei un'amante di questa Principessa da sempre molto discussa, ma anche se sei un appassionata/o di moda.
La mostra è una rassegna prettamente fotografica, sia della sua vita privata che di tutti quegli eventi mondani in cui era solita ad indossare abiti meravigliosi.
Ma ancora, schizzi di abiti a lei dedicati e ovviamente la storia dietro ad ognuno di questi.
Diana è stata, tra le tante cose, un’icona del suo tempo a tutti gli effetti, anche per quanto riguarda lo stile, portando una vera "rivoluzione" nel rigido ambiente di corte e non solo: dai look monocolore alle mise sportive, la Principessa di Galles ha saputo costruire nel corso degli anni un'immagine fortemente identitaria e personale.

Dalla prima apparizione in pubblico nel 1981, ogni look sfoggiato ha significato un vero e proprio step nella costruzione della sua immagine. Ogni abbinamento è stato studiato per comunicare, per parlare, anche attraverso l'approccio estetico, dei temi a lei più cari - in primis la lotta contro l'AIDS, specialmente legata ai minori.

Entrando nel vivo dell'articolo partiamo dal suo matrimonio fino al dopo divorzio.
Cominciando proprio dalle nozze, il vestito che indossò fu creato dai due stilisti Elizabeth e David Emanuel, e ancora oggi è considerato uno degli abiti da matrimonio più belli e ricordati.

In taffetà di pura seta color avorio, adornato da autentici pizzi antichi (alcuni dei quali ricamati ) e con uno strascico di 7,62 metri. 

Si mormora inoltre che furono comprati altri vestiti per depistare gossip e paparazzi, e che alla fine una delle copie di riserva confezionata per i soli 3/4 sia misteriosamente sparita dopo il matrimonio.

Andando avanti con gli anni, la ricordiamo ad una celebrazione alla Casa Bianca del 1988 con il Presidente degli Stati Uniti Reagan, in cui balla con John Travolta sulle note de "La febbre del sabato sera".

In questa occasione la Principessa del Galles non passò sicuramente inosservata.
Indossava un elegantissimo vestito in velluto blu notte, creato per lei dallo stilista Victor Edelstein.

L'abito è stato poi acquistato qualche anno dopo per un valore di circa 100.000 sterline e in seguito rivenduto ad un milionario britannico che lo ha regalato alla moglie.

Questa moglie fortunata avrà sicuramente che mettere al prossimo party di Natale!

Facendo un salto nel tempo al dicembre 1995, con l'annuncio ufficiale di Buckingham Palace a proposito del divorzio tra Diana e Carlo, ecco come cambia il suo stile una volta libera dalla morsa reale.
Ed eccolo, uno tra i suoi look più noti, fotografati e scolpiti nella storia della famiglia reale, il vestito anche noto come: "Revenge Dress".

Questa scatto risale ad una festa estiva di Vanity Fair a Londra, in cui una Diana ormai libera indossa un abito disegnato per lei 3 anni prima dalla stilista greca Stambolian.

 Decise di inaugurarlo solo quando ci si sentì a proprio agio, l'abito infatti presentava una lunghezza sicuramente inadatta agli standard di Buckingham Palace.

Oltre che per l'outfit, viene ricordata in questa circostanza per la sua nuova sicurezza e scioltezza che attestano sicuramente un miglioramento della qualità della sua vita.

Non per niente viene chiamato l'abito della rivincita!

Arriviamo infine ad un altro step noto, in cui la ormai ex-Principessa va contro i dictat che fino ad allora aveva dovuto rispettare.
Se dopo il divorzio i vestiti si sono accorciati, l'altezza dei tacchi si è proporzionalmente alzata!
Durante il periodo di matrimonio era solita ad utilizzare scarpe di Chanel o Jimmy Choo sempre abbinate al proprio outfit e sempre in perfetto British Style.

Ricordiamola quindi come donna di forte carattere e personalità, che ha ispirato intere generazioni e che ancora oggi continua a farci sognare con i suoi abiti principeschi.
So shake your mind!

"La libertà e l'emancipazione di Diana divenute simbolo di figura femminile in grado di rinascere dopo una grande delusione, continuano ancora ad inspirare le donne a vent'anni dalla sua scomparsa".

Fonti testi:
1) Grazie.it;
2) Mostra Venaria Reale;

Fonti immagini:
1) Pinterest.com;
2) Bridalboutique.com;
3) Pinterest.com;
4) Pinterest.com;
5) PrincessDianaFrance.com;