Scatti Reali: The Dark Side alla Villa La Paesana di Piobesi Torinese

Di Elena Massa, Irene Fascio e Federico Mo
per Redazione Post Spritzum

Domenica 10 novembre 2019 la redazione di Post Spritzum si è spostata nuovamente nei territori del pinerolese, in particolare a Piobesi Torinese, per assistere a quello che ormai è diventato un appuntamento fisso organizzato da Carlotta Cecchetto, "Scatti Reali".

Dopo aver fatto visita agli shooting al Castello di Osasco e al Castello dei Marchesi Romagnano di Virle Piemonte, questa volta la location era la Villa La Paesana di Piobesi Torinese e il tema della giornata era The Dark Side.

Varcato il cancello principale, ci siamo imbattuti nella magnifica Villa La Paesana costruita nei primi anni del '700 sotto la committenza di Baldassarre Saluzzo di Paesana e Castellar dal quale deriva il nome dell'edificio. Nel 1737 la Villa passò in mano al Signor Granieri de la Roche e alla fine del '700 a Modesto Gautier. Ora la Villa è del Sig. Filippo Gautier di Confiengo che racconta che la particolarità di questa proprietà è sicuramente il parco:

"Durante il periodo romantico ci fu la moda di trasformare i giardini all'italiana, quindi regolari, in giardini all'inglese. In particolare, questo è composto da un camminamento a forma di ferro di cavallo dove all'interno della curva è presente un laghetto con un isolotto al centro. Vennero inserite essenze esotiche come il Cipresso Calvo, originario del sud degli Stati Uniti, e il Tulipier, il tutto per impreziosire il giardino. L'architetto paesaggista che si occupò del progetto del verde fu Xavier Kurten, che lavorò anche per la famiglia sabauda".

Attualmente come viene utilizzata la Villa?
"Ora è abitata da me e dalla mia famiglia da circa 30 anni. Di certo non manca mai la necessità di fare costantemente manutenzione!"

La struttura della Villa ha subito modifiche durante gli anni?
"L'edificio è così dalla sua ristrutturazione avvenuta all'inizio dell'800 sotto la proprietà di Modesto Gautier che la ingrandì e la rese una casa di rappresentanza. Sostanzialmente la Villa si presenta speculare, con l'aggiunta della cappella gentilizia che doveva essere inizialmente solo collegata con un porticato coperto al corpo principale della casa, ma poi è stato riempito e sono state create delle camere di servizio".  

Salutato il Sig. Filippo Gautier di Confiengo, ci siamo immersi tra gli abiti dark, fiori neri e fantasmi che hanno fatto da scenografia al suggestivo luogo. Ancora una volta la creatrice di questo mondo incantato è stata Miruna, artista di grande talento che con un po' di carta pesta, stoffe e colla è in grado di portarci perfettamente nel tema dello shooting!
Questa volta Miruna non ci ha solo deliziati con le sue composizioni artistiche, ma anche con degli abiti cuciti ad hoc per l'occasione!


Le modelle hanno inoltre potuto indossare le divise celtiche di Diego Vuono ( Cosplayer a eventi con armature romane, divise celtiche ),  le particolari "gabbie" di ispirazione ottocentesca realizzate da Margarita Prykydyeva e gli eleganti abiti di Regina Guasco.


Margarita Prykydyeva,
Come vengono realizzate le gabbie?

"Per un abito ottocentesco vengono usati i tessuti naturali, quelli di una volta; cerco quindi di usare i tessuti di una volta, cioè il lino e il cotone, ma allo stesso tempo cerco di rendere il vestito più moderno, inserendo nero di raso e velluto. 

Sintonia tra antico e moderno: curiosità verso il passato, qualcosa di delicato, ma portato nella modernità. 
C’è una connessione!"

Da dove nasce l’idea della gabbia come elemento principale?

"Adoro tutti i passaggi ma l’elemento della gabbia è il più caratteristico passaggio; e con questi colori più aggressivi, voglio attirare l’attenzione sulla storia. Svelare un pezzo di storia!   La Storia ha Radici ed è importante anche conoscerle.

Il destino mi ha portato qui a Torino, in un momento in cui mi piace parlare attraverso i miei abiti,  in particolare del periodo risorgimentale."

Cosa ti spinge a fare il tuo lavoro?

"Sappiamo tutti quanto le donne sono ancora costrette a lottare. Mi piacerebbe dare un piccolo contributo e con umiltà riportare la bellezza nella vita delle persone. Vedo in ogni donna una piccola guerriera, ma soprattutto vedo in ogni donna una principessa.

Dostoevskij diceva: << la bellezza salverà il mondo >>.
Il mio desiderio è quello di portare alla luce la principessa che c'è in ognuna di noi. Crescendo ci siamo identificati con le favole, che ora non esistono più. Penso che sia giunto il momento di scrivere una favola e scrivere una favola moderna senza dimenticare le nostre radici.
Risorgere in tutta la propria bellezza."



Video - Una raccolta degli Scatti "THE DARK SIDE"realizzati da
(in ordine di apparizione):
Maria Vasilescu, Joiss,  Fabio Sportaiuolo, Massimo Casilli, Janardhan Satya, Federico Mo, Davide Zanero,  Stefano Pedrazzani, Andrea Boano.



Regina Guasco, realizzi vestiti per i sogni delle donne.
Come nascono le idee per i tuoi abiti?


"Penso a una donna bella, elegante e sensuale senza essere volgare e come vestirei io,come io stessa indosserei quegli abiti. Spesso parto con un’idea precisa, ma durante il corso della realizzazione quest’idea muta - il cambiamento fa parte delle persone. In generale i miei abiti presentano un punto luce e brillano. Mi piace donare sensualità a ogni abito e trovo la schiena un elemento di grande sensualità sulla quale posso lavorare; spesso i tessuti donano trasparenza o sono ricamati. Sogno e luce verso le stelle."

Hai ricevuto dalla Camera di Commercio il premio di  Eccellenza Artigiana piemontese.
Da quanto tempo hai iniziato a realizzare abiti?


"8 anni in Italia, dove mi sono formata seguendo corsi professionali, ma aveva già iniziato in Brasile.
Realizzo abiti di Alta moda e ho partecipato alla Torino Fashion week e Milano fashion week, Sanremo; vesto anche le attrici del cinema."


Per i tuoi lavori usi tessuti totalmente italiani.
Quali sono i materiali che preferisci?


"Uso principalmente paillettes e seta, in contrasto su tessuti che brillano poco, come cotone.
E Jeans Sartoriale, Pret a porter con tessuto elasticizzato che si modella al corpo della donna.
Anche le Pellicce  - ma sempre ecologica e Italiana."

Video:
Sfilata abiti di Regina Guasco durante l'evento "Moda in Piazza" 2019.




Concludiamo segnalandovi il prossimo appuntamento di moda in residenze storiche, che si svolgerà domenica 22 dicembre 2019 al Castello Benso.
Il tema?
Essendo così sotto natale non può che essere "Magical Cristhmas"  !!
Shake Your Mind!



CREDITS
Organizzazione - Carlotta Cecchetto
Location - Villa La Paesana
Decorazioni e accessori - Miruna Mod'art Flowers
Hairstylist: Look Mania

Copertina: Gemma Scialò
Foto: Federico Mo - White Russian