Across The Earth, on the road con la macchina fotografica


Lei di Parigi, lui di Torino. Nel 2012 Valerie e Alessandro si sono conosciuti a Londra, a 19 anni, lavorando per la stessa compagnia. «È stato un colpo di fulmine», racconta Alessandro. Il loro viaggio insieme è iniziato due anni fa, quando hanno deciso di partire per l’Australia. «L’idea era quella di stabilirci definitivamente lì, ma a causa di un cambio legge non è stato possibile. Quello che non avevamo programmato è stato il viaggio in macchina: in Australia è molto diffusa l’idea di un road trip». Ed è proprio grazie a quel viaggio in macchina che inizia la loro avventura, che li porterà in giro per il mondo a scattare foto per quasi due anni. 


ROAD TRIP IN AUSTRALIA



«Siamo partiti da Melbourne, diretti verso Sydney, abbiamo guidato lungo la costa e ci siamo fermati a Brisbane, per poi andare a Cairns e ammirare la grande barriera corallina. Giunti a Darwin abbiamo preso un volo per Bali, Indonesia. Ci siamo fermati due settimane e abbiamo affittato uno scooter: traffico pazzesco, quasi come in Vietnam. Al rientro siamo passati da Uluru e giù fino ad Adelaide, per poi tornare a Melbourne».


Oltre 20.000 km percorsi, quasi 40 volte la distanza tra Milano e Roma! Sembra impensabile fare tutta quella strada in auto, senza prendere neanche un aereo, ma Alessandro ci spiega: 

«Il bello è ciò che sta tra le città: natura. Il modo migliore per esplorare l’Australia è appunto in macchina. Sconsiglierei a chiunque di spostarsi con aerei o bus tra le città principali. Le distanze che separano le città sono impressionanti, ma il bello sta proprio nell’esplorare i centinaia di parchi naturali, le spiagge, e cercare animali selvatici. I canguri fanno parte del vasto mondo animale australiano e si trovano quasi ovunque, anche su qualche spiaggia. I koala invece si trovano più facilmente su Magnetic Island, dove abbiamo avuto la fortuna di osservare per ore un cucciolo con la mamma. Non si spostano molto e se lo fanno ci mettono molto tempo».

Il loro viaggio non si è fermato in Australia: con i soldi messi da parte, hanno deciso di riprendere la loro avventura…


IL VIAGGIO IN SUD ASIA



«Da Melbourne abbiamo preso un volo verso Singapore, diretti in Malesia, Kuala Lumpur e un altro volo per Siem Reap, Cambogia. Da lì tutto via terra, giù a sud fino alla costa Kep e poi Ho Chi Minh. Abbiamo comprato un 110 cc, rivenduto poi ad Hanoi, e percorrendo tutta la costa del Vietnam ci siamo diretti a nord, tra Sa Pa, Bak Ha Market, Ban Gioc waterfall, Ha Long bay e Cat Ba island. Abbiamo raggiunto il Laos in bus, verso la capitale Vientiane e Luang Prabang, poi “slow boat” sul Mekong river fino a Chiang Rai in Thailandia. Da lì ci siamo spostati a Chiang Mai e poi “loop” in moto verso Doi Inthanon National Park per ammirare uno dei tramonti più belli mai visti. Siamo andati in autostop fino a Mawlamyine e da lì ci siamo spostati verso Kyaikto e Yangon».

«Nel nord della Thailandia avremmo potuto vedere le cosiddette "donne giraffa”, con gli anelli dorati al collo, ma ci siamo rifiutati perché vengono portate lì dalla Birmania per essere sfruttate come fonte di turismo e costrette a vendere souvenir. Sono confinate in una sorta di zoo dove i turisti pagano per entrare. Siamo poi andati a vederle nel loro villaggio in Loikaw, Birmania: è un'area dove non c'è nulla, frequentata solo da turisti birmani. Qui sono libere di spostarsi e si incontrano anche nel mercato locale: non sono obbligate a stare nel villaggio».

«Infine siamo ripartiti per Inle Lake e Mandalay, poi abbiamo raggiunto Bagan e abbiamo trascorsco due giorni intensi in bus per ritornare in Thailandia e fare rientro a Parigi, passando per Cologne».

Il tutto per un totale di circa 453 giorni!


Così tanti paesi visitati, ma quello che più li ha colpiti è stato il Bagan...

«Il Myanmar appena entrati ci ha aperto il cuore. La gente non è ancora abituata al turismo di massa, come in Thailandia per esempio. Bagan di per sé è un posto unico al mondo, più di 2000 templi nella stessa area, e in tre giorni abbiamo visto quattro tramonti e tre albe, che le mongolfiere rendono originali. Ci si può arrampicare sui templi e guidare sulla sabbia con una e.bike. Esperienza unica».



A sentir parlare di posti meravigliosi e immaginando terre esotiche da esplorare, abbiamo trattenuto a stento la voglia di fare le valige per partire all’istante e gli abbiam fatto ancora qualche domanda…

Quanti paesi avete visitato e quanti km avete percorso? «32 paesi. Ne vedremo altri quattro nei prossimi due mesi, durante il viaggio di ritorno. Ad oggi abbiamo percorso 20.000 km in Australia, 4.000 in Vietnam in moto e 10.000 in Europa». 

La voglia di muoversi non manca, Alessandro ci racconta anche del cammino di Santiago, 900 km a piedi: «Sono andato da solo. Ho conosciuto molte persone da tutto il mondo. Ho fatto un percorso dentro me stesso, non è solo un cammino».

Cosa avete imparato viaggiando? «Il mondo è bello perché vario. Non serve molto per essere felici, abbiamo imparato a disfarci del superfluo. Quello che non deve mancare è la macchina fotografica!».

Cosa si perdono le persone che non viaggiano? «Personalmente – racconta Alessandro – mi sento così fortunato ad essere in salute per potermi spostare senza troppi problemi e bisogna ammettere che è il periodo storico più favorevole che abbiamo mai avuto per viaggiare. Voglio arrivare in tarda età senza rimorsi e cerco di fare più esperienze possibile. Sono spinto da una forte curiosità, tutto qua».

Cosa consigliereste a chi vuole intraprendere un’esperienza simile? «Fai quello che ti senti di fare. Ciò che importa non è dove si va, ma come ci si arriva. Just go!».


L’avventura di Valerie e Alessandro non finisce qui: hanno molti progetti, uno dei quali prevede almeno un mese in bici (e ovviamente tante foto!).
Destinazione? Sorpresa!

Per rimanere aggiornato seguili su instagram @acrossthearth


IMMAGINI
1. Rila Lakes - Bulgaria
2. Autostoppista con cane - in macchina da Darwin ad Adelaide, Australia
3. Valerie con canguro - Australia
4. Alessandro in moto - Vietnam
5. Donna giraffa - Loikaw, Birmania
6. Tramonto - Doi Inthanon National Park, Thailandia
7. Alba - Bagan, Birmania
8. Voidokilia Beach - Grecia
9. Alessandro, Valerie e macchina fotografica - Venezia
10. Valerie e Alessandro su scale colorate - Kusadasi, Turchia