Amsterdam, il primo negozio “plastic-free”

La plastica è leggera, inerte, resistente, duratura ed economica. Quanto ai suoi difetti, sono la non completa impermeabilità ai gas e al vapore acqueo e la scarsa resistenza all’abrasione ma il difetto peggiore è la non biodegradabilità. Infatti, una bottiglia di plastica può permanere in acqua, o sul terreno, da un minimo di 100 anni a un massimo di 1.000. (Marinella Melis)




Dopo aver parlato della plastica in mare, che mette a rischio la salute e l’ambiente, ecco una buona notizia: è possibile fare a meno della plastica nei supermercati! Ebbene sì, ad Amsterdam è nato il primo supermercato che non utilizza imballaggi di plastica, bensì materiale biodegradabile o riutilizzabile come contenitori in metallo o in vetro. A rendere possibile questo cambiamento è la catena di prodotti bio “Ekoplaza”, che ha inaugurato il primo reparto “zero plastica”. Al momento si tratta solo di un esperimento, ma il supermercato afferma di voler estendere il progetto negli altri punti vendita della catena entro la fine del 2018.  

Sono circa 700 i prodotti privi di imballaggi di plastica: carne, riso, frutta, verdura, latticini di ogni genere. La grande varietà di scelta offre una valida alternativa ai supermercati tradizionali.  
Sian Sutherland, fondatore della ONG “A plastic planet”, il gruppo ambientalista che ha collaborato al progetto, è deciso sul punto: «Per decenni hanno venduto ai consumatori la bugia che non possiamo vivere senza plastica nel cibo e nelle bevande. Un reparto privo di plastica cancella questa falsa convinzione. Finalmente possiamo vedere un futuro in cui il pubblico può scegliere se acquistare plastica o meno. Allo stato attuale non abbiamo scelta».

Secondo i dati dell’UE ogni anno in Europa vengono generate oltre 25 tonnellate di rifiuti di plastica, di queste nemmeno il 30% viene raccolto e riciclato. Nel mondo l’85% dei rifiuti che si trovano sulle spiagge è di plastica.

A Torino possiamo trovare diversi punti vendita di “Negozio Leggero”, una catena franchising che permette al consumatore di portare da casa i propri contenitori e di scegliere tra oltre 1500 prodotti sfusi.  

Si tratta di un’iniziativa che vuole essere da esempio per altre catene di negozi, il punto di partenza per un cambiamento…

Shake Your Mind!


FONTI TESTO