Un’idea brillante: piste ciclabili luminose

La bicicletta è un atto di espressione creativa, una forma d’arte che cambia ogni volta che qualcuno va in sella. Charles Yoel



Dopo aver parlato della pista ciclabile fatta di carta igienica, non poteva mancare la pista ciclabile che s’illumina al buio. 
La Polonia è nota per le numerose piste ciclabili che popolano le città. Una in particolare attira la curiosità dei ciclisti (e non solo!) per la sua originalità: si tratta di una pista luminosa che si trova nei pressi di Lidzbark Warminski (a nord della Polonia) ed è stata creata TPA Instytut Badań Technicznych. È stata creata utilizzando un materiale sintetico che può emettere luce per 10 ore, dopo essersi ricaricato al sole. Questa “brillante idea” non solo è bella da vedere, ma permette una migliore visibilità ai ciclisti, che possono pedalare in sicurezza anche al buio.



Non si tratta di un esemplare unico: ne è stata creata una dall’artista Daan Roosegaarde a Nuenen, una cittadina olandese a circa 100 km a sud di Amsterdam. L’Olanda è da sempre all’avanguardia se si parla di biciclette e piste ciclabili, ma quella ideata da Daan è una vera opera d’arte. Anche questa si illumina al buio e imita la “Notte Stellata”, l’opera più famosa di Van Gogh. La pista, chiamata Van Gogh-Roosegaarde Bicycle Path, fa parte di un percorso che passa attraverso i luoghi dove Van Gogh ha vissuto, nella provincia di Noord Brabant. Sono stati predisposti anche dei LED che garantiscono luce supplementare, nel caso l’energia solare non sia sufficiente, così da assicurare una pista illuminata anche in caso di maltempo.



Anche l’Italia non è da meno: a Rimini è arrivata la prima pista ciclabile, in occasione di Ecomondo 2017, ideata dall’azienda “Bright Materials”, leader nell’ambito green. L’azienda è specializzata nell’uso di materiale fotoluminescente, innocuo sia per l’uomo che per l’ambiente. La fotoluminescenza è innovativa nel campo energetico, nell’architettura eco-sostenibile e nella biodinamica, perché assicura un’illuminazione, grazie alla capacità di ricaricarsi con qualsiasi fonte di luce, naturale o artificiale. Questa pista ciclabile usa la graniglia vetrosa, che rilascia luce dall’interno, senza rischi di abbagliamento.

Le idee geniali non mancano e per il futuro c’è chi pensa già a corsie autostradali in grado di ricaricare automaticamente i veicoli elettrici!

Shake Your Mind!


LEGGI ANCHE

FONTI TESTO

FONTI IMMAGINI
lastampa.it
greenme.it