Immagine Header

3 “carte” per ridurre i gas serra

Scrivevamo giusto la scora settimana riguardo i cambiamenti climatici che seguono all’aumento dei gas serra dovuti all’emissioni delle attività industriali.
Per ridurre i gas serra, e limitare i cambiamenti climatici, disponiamo di tre linee principali su cui agire in contemporanea; ciascuna di esse ha i suoi pro, ma anche i suoi problemi di realizzazione:



1) Transizione Energetica: si intende il passare dalle fonti combustibili fossili responsabili dei gas serra a fonti rinnovabili, a emissioni zero di gas serra oppure a nuove tecnologie a bassissime emissioni .
Purtroppo tutto ciò è ostacolato da limiti tecnologici, dalla caratteristica incostanza e variabilità giornaliere delle fonti rinnovabili che rendono necessaria un immagazzinamento in batterie al momento non sufficientemente efficienti. Pesano inoltre gli elevati finanziamenti necessari alla ricerca, all’installazione fisica dei nuovi impianti, nonché dell’adattamento della rete di distribuzione.

2) Cattura della CO2: ci sono tecniche che sfruttano tecnologie in grado di sottrarre la CO2, l’anidride carbonica, dall’atmosfera e “imprigionarla” in posti dove non possa contribuire all’effetto serra. In genere in cavità sotterranee o suboceaniche.
Qui il problema più grosso è far sì che la CO2 catturata rimanga effettivamente confinata nella sua prigione. Vanno ricercate solide zone a basso livello sismico.

3) Abitudini più ecosostenibili: cioè cambiare il nostro stile di vita individuale affinché sia più ecosostenibile. Per esempio consumando meno energia elettrica, o usando, quando possibile, mezzi con minor impatto per spostarsi, come le biciclette o i mezzi pubblici.
Trovare un compromesso con noi stessi sarà necessario in vista della crescita prevista della popolazione mondiale, unita al miglioramento della qualità della vita: queste due cose infatti faranno aumentare il consumo globale di energia. E starà a ciascuno di noi fare la propria parte, nel suo piccolo, per limitarlo in modo tale che resti sostenibile.
Qua la difficoltà risiede appunto nel trovare la forza per cambiare le proprie abitudini.

Queste le carte in tavola per la riduzione dei gas serra. Un’enorme sfida giocabile già a partire dal proprio piccolo.