Immagine Header

Cambiamenti Climatici: parliamone

Argomento caldo degli ultimi anni è quello del riscaldamento globale e dei conseguenti cambiamenti climatici che esso comporta.
Nonostante sia un argomento che ritorna spesso, percepisco ancora questioni che sembrano causare confusione.
Vediamo di fare un po’ di ordine.

Capita di sentire in giro qualcuno che si chiede:”Ma se c’è il riscaldamento globale com’è che quest’anno, qua, fa proprio freddo?” . E anche “ Oggi sì che si sente il riscaldamento globale; senti che caldo rispetto a ieri!”.
 
Clima VS meteo
Allora, innanzitutto il clima è dato dalla medie delle variabili meteorologiche (temperatura, umidità, precipitazioni etc.) su un periodo di anni diciamo dal decennio in su. Quindi quando si parla di periodi di tempo che vanno dal giorno all’anno non si sta parlando di clima, ma di meteo.
 
Riscaldamento globale VS Climi locali
Inoltre il riscaldamento è a livello globale, sì … ma i climi locali, cioè quelli caratteristici delle varie regioni delle Terra, sono determinati principalmente da come viene distribuito il calore che la Terra riceve ogni giorno dal Sole; tale calore è trasportato tramite le masse d’acqua e aria che seguono le correnti oceaniche e atmosferiche. In sostanza, quello che accadrà con il riscaldamento globale sarà la modifica di questi sistemi di trasporto calore.
Modifiche che andranno a influenzare varie regioni del pianeta, riscaldandone alcune e raffreddandone altre.

Aumento della CO2
Concludiamo parlando della CO2, l’anidride carbonica. Perché legata al riscaldamento globale, c’è la CO2.
L’ ”aumento” notevole di CO2, per l’esattezza. Sì, perché la quantità di CO2 presente nell’atmosfera non è sempre costante, ma varia nel corso dei secoli: incrementi e diminuzioni di CO2. Per esempio la CO2 entra nell’atmosfera attraverso incendi ed eruzioni vulcaniche, e ne è naturalmente sottratta dagli oceani e dalle piante. Sembra che negli ultimi secoli siamo in una fase di crescita della CO2.
Quello che però preoccupa gli scienziati è la consistente quantità di CO2 e di altri gas serra immessa nell’atmosfera negli ultimi duecento anni da parte delle attività dell’Uomo, che appare ormai evidente aver influito notevolmente e in poco tempo alla crescita della quantità totale. Ed è questo squilibrio improvviso che porterà a nuovi eventi difficilmente prevedibili.
A noi l’ardua prova dell’adattarsi.