L’aria (inquinata) di Torino

Si sente sempre più spesso parlare della Pianura Padana come della zona con l’aria più inquinata d’Europa e questo vale in particolare per l'area di Torino e dei comuni limitrofi.

Direi che a tal proposito sono significative e fanno riflettere alcune immagini in cui mi sono imbattuto in questi giorni. Le trovate in questo articolo della NASA: in sintesi mostrano come nell’emisfero Nord, l’area mediterranea (e l’Italia ) in generale sia soggetta a livello di inquinamento atmosferico piuttosto alto. Nulla a che vedere con i livelli pessimi – drammatici! - del Sud Est asiatico, vero. Ma risulta comunque il “peggio del mondo occidentale”; e non è esattamente una gran cosa.
Ridurre l’inquinamento atmosferico rimane una priorità. Anche perché facendo i conti si tratta di salvare vite. Letteralemente. L’inquinamento atmosferico causa infatti problemi cardiaci e polomonari, cancro ai polmoni e va ad aggravare situazioni cliniche già esistenti.



E’ sotto quest’ottica di porre  l’accento risultati ottenuti nel corso di anni e decenni di sforzi e provvedimenti per ridurre l’inquinamento atmosferico che si inseriscono due progetti della NASA; progetti che valutano concretamente quanto fatto finora: quante vite salvate e quanti casi di ricovero gravi evitati.
In effetti credo sia importante vedere anche il “bene fatto”, valutare e valorizzare quanto fatto finora. Perché mentre nei disastri si fa in fretta a contare i morti e i feriti - li vedi, li conti è più tangibile - nella prevenzione risulta più complicato e meno diretto, perché sono estrapolazioni, conti fatti confrontando dati prima e dopo l’intervento, astrazioni. E valutare tutti i fattori è tutt’altro che facile e immediato.  

Tornando a Torino (e dintorni) la situazione è monitorata da ARPA Piemonte.

L’ARPA Piemonte ha (tra le altre cose) il compito di monitorare la qualità dell’aria e avvertire nel caso si superino certe soglie di concentrazioni di inquinanti, in modo che i Comuni prendano i dovuti provvedimenti (tra questi le note limitazioni alla circolazione di mezzi non ecologici).


Oltre alle campagne di monitoraggio, l’ARPA si occupa di altri progetti più specifici.
Tra questi:
- “Progetto di valutazione della qualità dell'aria lungo l'autostrada Torino – Bardonecchia, che ha l'obiettivo  di realizzare una Valutazione della Qualità dell’Aria sul tratto Torino -Bardonecchia, la cui valutazione modellistica è in corso presso il Dipartimento Sistemi Previsionali.
- “Progetto di studio delle sorgenti di inquinamento atmosferico nel territorio circostante la centrale termoelettrica IRIDE Torino Nord,  che ha lo scopo di analizzare le possibili ricadute sulla qualità dell’aria nella zona tra il Comune di Venaria Reale e Collegno, grazie anche ad una valutazione modellistica.

Di pubblica utilità e vivamente consigliati per prendere piena coscienza di ciò che è (e quanto è) l’inquinamento atmosferico piemontese, sono i seguenti due strumenti:

L’indice IPQA - L'IPQA: 
è un indice di tipo previsionale che esprime in modo sintetico lo stato della qualità dell'aria dell'agglomerato Torinese attraverso un'indicazione numerica e cromatica. 

dà informazioni sulla qualità media giornaliera dell’aria a scala comunale.

L’articolo finisce qui, ma avete tutti i riferimenti per andare oltre e valutare la situazione.
Shake Your Mind!




PER APPROFONDIRE
Nasa Science shows human impact of clean air policies - NASA



Malati di Clima - Post Spritzum


Fonte Immagini: pixabay.com