Immagine Header

Italvolley: al via l’Europeo

È iniziato ufficialmente l’Europeo di volley maschile, in scena in Italia e Bulgaria. È stata venerdì 9 ottobre la data ufficiale che ha aperto i giochi: Torino, Busto Arsizio, Varna e Sofia sono stati i luoghi in cui le squadre dei vari gironi si sono sfidate.

L’Italia ha conquistato due vittorie, contro Estonia e Croazia, e, purtroppo, una sconfitta contro la Francia, che ha dato ai galletti il primato del girone B, qualificandoli direttamente ai quarti di finale. Gli azzurri, invece, per accedervi, dovranno affrontare i play off contro la Finlandia, sostenuti da più di duemila tifosi in quel di Busto Arsizio.

Ripercorrendo il percorso dei ragazzi di Blengini, l’esordio è avvenuto con l’Estonia, Cenerentola del girone B, ma capace di esprimere una buona pallavolo, aiutata anche da cinquecento sostenitori arrivati appositamente per sostenere i propri beniamini e mai domi, tra cori, bandiere e facce dipinte.

Italia – Estonia. Blengini schiera la formazione vincente in terra giapponese: Giannelli in palleggio, Zaytsev opposto, Juantorena e Lanza di banda, capitan Buti e Piano al centro e Colaci libero. Il primo set scivola nelle mani degli azzurri senza troppi problemi: 25-19. Il secondo, invece, l’Italia si ritrova a inseguire un’Estonia sostenuta dai propri tifosi, che ci crede fino in fondo; ma la maggiore esperienza degli italiani ha la meglio ed è 26-24. Il terzo parziale l’Estonia cede sotto i colpi di Zaytsev, che picchia forte da attacco e battuta indistintamente.


Italia – Croazia. Un match senza particolari emozioni, che l’Italia controlla senza avere troppi problemi. La formazione schierata da Blengini è la solita, con Juantorena, Zaytsev e Lanza che spingono sull’acceleratore e si rendono autori dei momenti di break su Omrcen e compagni. Il primo set gli azzurri partono sottotono, ma ci pensano i soliti Zaytsev e Lanza a levare le castagne dal fuoco: 25-22. Sulla stessa scia il secondo parziale, dove qualche errore di troppo per Buti e compagni ha tenuto a galla i croati, ma Juantorena, Zaytsev e i muri di Piano hanno permesso di portare a casa (25-21) anche questo set. Il terzo gli italiani sono stati bravi ad allungare subito e poi mantenere sotto controllo il gioco, siglando un bel 3-0 grazie al 25-19 finale.

Italia – Francia. È il big match annunciato, quello che, si sapeva, avrebbe eletto il vincitore della fase a gironi. E, proprio come le aspettative, si è trattato di una vera e propria battaglia, senza esclusioni di colpi. L’Italia parte male nel primo set, con i francesi che si portano avanti subito sul 12-6, ma il trio Lanza-Zaytsev-Juantorena si rende protagonista della rimonta e l’intera squadra procede bene, facendo il proprio lavoro nel migliore dei modi e mostrando di esserci nei momenti topici. Gli azzurri hanno la meglio: 25- 23. Nel secondo parziale l’Italia è puro spettacolo, rasenta la perfezione e costringe i francesi a sbagliare qualcosa di troppo: 25-21 e il traguardo è vicino. Ma la pallavolo è uno sport imprevedibile: i galletti si fanno sotto e gli azzurri si trovano a inseguire sempre i cugini, senza riuscire mai a ricucire lo strappo. Con un 25-19 si riapre la partita, ma uno spento Zaytsev e un Juantorena in difficoltà segnano il tracollo dei ragazzi di casa: si spegne la luce tra le file azzurre e nemmeno Sottile, Antonov e Vettori riescono a invertire la rotta del parziale, che finisce nelle mani di Ngapeth e compagni. Nel tie break rientra la squadra titolare e gli azzurri partono bene, ma si gioca sul filo del rasoio, punto a punto, fino al break francese sul 13-11. L’Italia pareggia grazie a un eccellente Lanza, ma lo stesso Lanza sancisce il 15-13 per gli avversari con un errore in attacco: la Francia ha la meglio sull’Italia per 3-2.



Per quanto riguarda le altre nazioni, le vincitrici dei gironi sono state Bulgaria, Russia e Polonia, oltre, ovviamente, alla Francia.

Martedì 13 e mercoledì 14 saranno i giorni che decideranno le semifinaliste, pronte a volare in Bulgaria.

Fotografie a cura di Elena Massa