Immagine Header

Superlega: Macerata schianta Trento ed è sempre più prima, Verona è storicamente quarta, Padova torna nei play off dopo 11 anni

Si è conclusa la regular season della Superlega, il massimo campionato di pallavolo maschile. L’ultima giornata è sinonimo di play off e verdetti importanti. Da giovedì 10 marzo avranno inizio i play off, il momento tanto atteso da tutti gli appassionati di volley, quello più intenso di tutta la stagione, che porterà all’assegnazione dello scudetto.
In settimana, intanto, c’è stato un battibecco “feroce” tra Modena e la Lega, organo che vigilia sulla serie A. Sartoretti, direttore sportivo della DHL ha ammesso che non sarebbero scesi in campo i titolari, tenuti a riposo precauzionale in vista dell’inizio della corsa allo scudetto. La Lega ha scritto una lettera alla società emiliana chiedendo di fare un passo indietro, per non falsare la classifica e in nome dei valori del vero sport. Lorenzetti, l’allenatore dei gialli, è rimasto indispettito dall’intromissione della Lega nella proprie scelte e ha risposto per le rime, poi ha schierato i suoi big nella partita odierna, ma le polemiche non sembrano placarsi.
Le imprese storiche, oggi, sono due: Verona vince contro Monza e si prende di diritto la quarta posizione, la più prestigiosa mai raggiunta dalla società, mettendosi alle spalle Perugia e assicurandosi di giocare le partite “belle” (quelle che potrebbero decidere chi passa in semifinale) davanti al proprio pubblico, vantaggio non da poco. L’altra bella storia appartiene a Padova che, vincendo sul campo di una Modena alla fine ritrattata, si assicura un posto nei play off, che mancava da ben 11 anni. Le altre squadre tra le migliori otto sono Latina e Molfetta.
 
CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA – DIATEC TRENTINO 3-0 (25-23, 25-19, 25-17)

Il big match di giornata è di per sé inutile ai fini della classifica, con Civitanova sicura del primo posto e Trento del terzo. Le due squadre, però, da anni danno vita a una delle classiche della pallavolo moderna e il pubblico marchigiano lo sottolinea con un tutto esaurito. Le formazioni che scendono in campo sono rimaneggiate a causa dei vari infortuni: Blengini lascia riposare Christenson e Miljkovic e schiera Corvetta e Fei, dando spazio anche alla diagonale di centrali serbi Podrascanin e Stankovic. Nelle fila di Trento, invece, ancora assenti Djuric e Lanza, Nelli e Antonov titolari al loro posto, e anche il libero Colaci risente di un problema alla schiena, prontamente sostituito dal giovane De Angelis. Non è giornata, però, per la Diatec, che manca di lucidità e cattiveria agonistica per cercare di contrastare una Lube in forma. I ragazzi di Stoychev sbagliano troppo e chiudono la regular season con una sconfitta.

DHL MODENA – TONAZZO PADOVA 1-3 (25-17, 21-25, 19-25, 11-25)

Modena è al centro della bufera mediatica sulle decisioni del proprio coach Lorenzetti e nel primo set schiera la solita formazione. Ampio turn over nel proseguo della partita, con tutti i giovani in campo: Padova, agguerrita nel voler centrare l’accesso ai play off dopo aver perduto l’occasione la scorsa giornata contro Milano, non ci ha messo molto a vincere i successivi tre set, aggiudicandosi la settima piazza. Per i patavini è una sorta di scudetto personale: un momento così importante mancava alla società da ben 11 anni. È curioso, poi, che le due compagni torneranno a scontrarsi nei quarti di finale, essendo Modena seconda e Padova settima.


CALZEDONIA VERONA – GI GROUP MONZA (25-20, 25-23, 21-25, 25-22)

Verona aveva iniziato male il girone di ritorno, ma lo conclude alla grande: la scorsa settimana ha espugnato il PalaTrento, oggi batte Monza e si assicura la quarta piazza, mai raggiunto un risultato così alto in campionato finora nella storia della società. Monza, invece, è andata a un passo dall’accedere ai play off, ma la sconfitta ha frenato la sua corsa e l'ha relegata alla decima posizione in classifica, superata dalla CMC Romagna al fotofinish.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – NINFA LATINA 3-0 (25-19, 25-20, 25-22)

Perugia rifila a Latina un secco 3-0, ma questo non basta ai Block Devils: con la vittoria di Verona da tre punti, ai perugini non rimane che accontentarsi della quinta piazza, partendo in svantaggio nella serie di quarti di finale proprio contro Verona. Latina esce con le ossa rotte da questa partita e aggancia i play off per un soffio, superata da Molfetta e Padova, scivolando all’ottavo posto. Risultato che poi tanto negativo non è, considerando che fino alla fine i pontini sono stati in dubbio sull’iscrizione a questa edizione della Superlega.


EXPRIVIA MOLFETTA – LPR PIACENZA 3-0 (25-21. 25-16, 25-22)

Molfetta si tiene stretta la sesta posizione con un colpo di reni: i pugliesi, non brillanti nelle ultime uscite, hanno vacillato, ma alla fine sono riusciti a consolidare il proprio posto, avuto per la maggior parte della regular season. Molfetta si è sbarazzata in fretta di Piacenza, che, seppur giocando la sua partita, nulla ha potuto contro Hernandez e compagni. Niente da fare per i biancorossi, che concludono nel peggior modo possibile un’annata da dimenticare.


REVIVRE MILANO – CMC ROMAGNA 3-2 (25-23, 23-25, 20-25, 25-17, 15-10)

L’unica partita che non aveva nulla a che fare con i play off scudetto è andata in scena a Milano. La CMC era partita bene, ma ha subito una crisi nella fase centrale del campionato, accusando il problema proprio sul finale e rimanendo tagliata fuori dalla corsa allo scudetto. Milano, invece, non ha nulla da perdere e gioca rilassata, con Sbertoli, il giovane regista milanese, che imbecca bene i suoi attaccanti, soprattutto Skrimov (28 punti per lui). Complice la sconfitta di Monza, Romagna si aggiudica la nona posizione e parte da zero in previsione dei play off che assegna un posto in Challenge Cup.

Giovedì 10 marzo inizieranno i quarti di finale dei play off scudetto, e di seguito la griglia ai nastri di partenza: http://www.legavolley.it/Calendario.asp?Anno=2015&IdCampionato=643


Le ultime quattro classificate, invece, giocheranno una fase round robin che mette in palio il quinto posto generale della Superlega, il cui premio è la partecipazione alla coppa europea di minore importanza, la Challenge Cup.

Per la classifica finale: http://www.legavolley.it/Classifiche.asp?IdCampionato=628

Shake your mind!