Immagine Header

Superlega: riparte il campionato dopo lo stop natalizio e preolimpico

È tempo do tornare in campo per il massimo campionato di pallavolo maschile, che domenica 17 gennaio ha visto andare in scena la seconda giornata del girone di ritorno. I riflettori erano puntati soprattutto su un palazzetto: al PalaPanini di Modena, infatti, si è giocato il big match del turno, tra i canarini padroni di casa e la Calzedonia Verona. Confermati quasi tutti i pronostici, con le big che vincono e avanzano in classifica e la CMC Romagna che si sblocca dal suo periodo di crisi battendo l’Exprivia Molfetta.

DHL MODENA – CALZEDONIA VERONA 3-2 (25-19, 21-25, 21-25, 25-18, 18-16)

Come confermano i parziali la partita è stata lunga e combattuta e incerta fino alla fine. Verona non è riuscita a sfruttare il vantaggio di 2-1 per chiudere la gara e portare a casa i 3 punti, sfiorando l’impresa di espugnare il PalaPanini. I ragazzi di Giani devono lavorare proprio su questa lucidità mancante nei momenti caldi per fare il salto di qualità che giustamente la squadra merita. Tra le fila scaligere ottima la prova di Zingel (soprattutto a muro) e Sander, per i modenesi si esaltano Ngapeth (pedina fondamentale di Lorenzetti) e Lucas.



LPR PIACENZA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA 1-3 (25-22, 23-25, 22-25, 17-25) 

La Lube porta a casa il bottino intero di punti, anche se per farlo ha dovuto faticare molto e più del previsto. Piacenza si mostra più quadrata e in forma rispetto al girone di ritorno e per la maggior parte della gara tiene testa a Civitanova, anche se rimane penultima in classifica. Una prova positiva per i piacentini, che purtroppo non cambia lo stato di crisi da assenza di vittorie. Civitanova, invece, grazie a Verona che ha portato Modena al tie break, rosicchia un punto verso la vetta della classifica, presieduta dai canarini, ma sempre più vicina per i ragazzi di Blengini.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – REVIVRE MILANO 3-0 (25-21, 25-17, 25-17)

Perugia sbriga in fretta i propri doveri e in poco più di un’ora batte una Milano che sì è in ripresa rispetto a un inizio di stagione disastroso, ma che non riesce ad opporsi a una Sir dilagante. Tutto facile per De Cecco e compagni che strappano il quarto posto in classifica a Verona e si preparano alla partita di Coppa Cev in settimana.


TONAZZO PADOVA –DIATEC TRENTINO 2-3 (30-28, 24-26, 25-22, 19-25, 9-15)

I campioni d’Italia faticano più del previsto contro una Padova che, almeno dal pronostico, non avrebbe dovuto impensierirli molto. Perdendo un punto per strada, Trento perde anche la possibilità di accorciare le distanze dalla cima della classifica, ora lontana ben 5 punti. I ragazzi di Padova, invece, sono autori di una buona partita che li ha visti tener testa alla corazzata Trento per la maggior parte della gara, crollando solo nel tie break. Tra i patavini buone le prova di Milan, giovane opposto entrato a sostituire un fuori forma Gianotti, Balaso e Berger. Per i dolomitici, invece, da sottolineare la prestazione di Djuric (autore di 30 punti), fondamentale per la vittoria. 



CMC ROMAGNA – EXPRIVIA MOLFETTA 3-1 (26-24, 21-25, 25-19, 25-22)

Prima vittoria tra le mura di casa per la CMC, che muove un passo nella giusta direzione, dopo aver attraversato un periodo decisamente no, costellato da una serie di sconfitte. I meriti sono tutti dei romagnoli, autori di una buona partita contro una Molfetta spenta, che forse ha accusato la stanchezza dei cinque set giocati a Trento in settimana per il ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia. Per la CMC ottime le prove dei centrali Mengozzi e Ricci, mentre tra le fila pugliesi si è distinto Fedrizzi.

Saranno Gi Group Monza e Ninfa Latina a chiudere questo turno, per il posticipo programmato martedì 19 gennaio.

Giovedì 14 gennaio le prime otto squadre in classifica hanno affrontato le gare di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia, mentre l’andata si è giocata il 22 dicembre. Il premio in palio era davvero ambito: un pass per la final four per potersi giocare il trofeo, che dà la possibilità alla vincitrice di aggiudicarsi un posto in Champions League la prossima stagione. Saranno quindi Civitanova, Modena, Trento e Perugia (le prime quattro forze del campionato) a sfidarsi il 6 e il 7 febbraio a Milano per potersi fregiare del titolo. Prima di questo importante appuntamento, però, le squadre italiane saranno impegnate nella Superlega e nelle Coppe Europee, che riprendono proprio questa settimana.




Shake your mind!