Immagine Header

Superlega: sorprese dell’ottava giornata

L’ottava giornata del girone di andata di regular season della Superlega ha regalato non poche sorprese: Perugia è caduta al tie break a Civitanova, Verona è stata spazzata via in tre set da Modena e Vibo Valentia ha guadagnato i primi tre punti in classifica vincendo sul difficile campo di Padova

Le luci della ribalta erano tutte per Civitanova-Perugia, il big match di giornata. Perugia ha giocato ai limiti della perfezione per due set, facendo soccombere i padroni di casa, che sono risorti nel terzo e quarto set, riaprendo la partita. Il tie break, poi, ha dato ragione alla Lube, scaraventando Perugia nella crisi nera. I Block Devils, infatti, sono alla terza sconfitta consecutiva, dopo quelle rimediate contro Trento e Modena e per ora sono a zero vittorie contro le grandi della Superlega. Si aprono, così, diversi scenari con Zaytsev e compagni e forse il ritorno in pianta stabile di Atanasijevic potrà rinascere la squadra, tirandola fuori dalle sabbie mobili in cui è caduta. Tra le fila di Civitanova sono da sottolineare le prove di altissimo livello del solito Juantorena e dell’opposto bulgaro Sokolov, veri autori della rimonta e poi della vittoria finale.



Verona cade inaspettatamente senza combattere sul campo di Modena, ora capolista solitaria con il vantaggio di un punto sulla Lube. Gli scaligeri hanno fatto bene finora, ma si sono sgretolati di fronte al primo scontro importante. Forse manca ancora qualcosa per essere allo stesso livello delle grandi?

Trento si mangia in un solo boccone Milano, che viene battuta in tre set e senza troppa fatica, primo set a parte, decisamente combattuto. Piacenza regala ai suoi tifosi la quinta vittoria consecutiva e lo fa contro Latina, squadra alle prese con il cambio della guida: in settimana Daniele Bagnoli, pluripremiato allenatore italiano, è arrivato sulla panchina pontina per sostituire Nacci. A Bagnoli è chiesto di risalire la classifica e rimettere in carreggiata un campionato iniziato tutto in salita.



Non fa troppa fatica nemmeno Molfetta, che batte nettamente Sora con un sonoro 3-0. I pugliesi si sbloccano e guadagnano tre punti importanti per la classifica, ma soprattutto si regalano un risultato che fa umore. Monza battaglia con Ravenna per più di due ore e alla fine ne ha ragione, nella giornata che ha visto la fine della squalifica di Jovovic e il ritorno dall’infortunio di Hirsch. Ravenna non riesce a sbloccarsi e perde un’altra partita al tie break e la pedina fondamentale per il suo gioco Lyneel, infortunato.  

Vince a sorpresa Vibo Valentia, neopromossa dalla serie A2, in casa di Padova. I calabresi hanno elevato il loro livello di gioco e messo in difficoltà i padroni di casa, che hanno sbagliato molto e perso l’occasione di agganciare Perugia in classifica. Per la Tonno Callipo arriva la prima vittoria da tre punti, su un campo complicato come la Kioene Arena, che ha messo in difficoltà diverse big.
Il prossimo turno, che sarà infrasettimanale, vedrà scontrarsi Verona e Trento, il derby dell’Adige e partita che si preannuncia davvero calda.

Per il prossimo turno: http://www.legavolley.it/Calendario.asp?Anno=2016&IdCampionato=648

Per la classifica: http://www.legavolley.it/Classifiche.asp?IdCampionato=648

#shakeyourmind

Fonte foto: www.lubevolley.it-www.trentinovolley.it-www.volleytonnocallipo.com