Immagine Header

Superlega: tutte vittorie da tre punti nella quinta giornata

Si è giocata oggi pomeriggio la quinta giornata di andata del massimo campionato di pallavolo maschile e si concluderà martedì sera con il posticipo-derby tra Gi Group Monza e Revivre Milano. Su tutti i campi, di ogni categoria, si è fatto un minuto di silenzio in ricordo delle vittime degli attentati di Parigi, un silenzio pieno di dolore e commozione per ciò che è successo.

Questo turno non ha riservato nessuna grande sorpresa, anzi, tutte le partite giocate si sono concluse con dei risultati decisamente netti e senza diritto di replica.

Mercoledì 11 e giovedì 12 novembre si è giocata la quarta giornata di campionato, per il primo di una lunga serie di turni infrasettimanali, dovuto ai tempi ristretti di questa stagione preolimpica. Anche in questa occasione non c’è stata nessuna particolare sorpresa, con le big che si sono imposte, seppure faticando e, a volte, non poco. Nel dettaglio, i risultati sono stati i seguenti:

Revivre Milano – Exprivia Molfetta 2-3; Diatec Trentino – LPR Piacenza 3 – 0; Tonnazzo Padova – Cucine Lube Banche Marche Civitanova 1-3; CMC Romagna – Sir Safety Conad Perugia 1-3; Gi Group Monza – DHL Modena 1-3; Ninfa Latina – Calzedonia Verona 0-3.

Ritornando alla quinta giornata, di seguito il commento della giornata.

DHL Modena – Ninfa Latina 3 -0 (25-20, 25-20, 25-23)

La partita si mostra meno combattuta del previsto. Latina non riesce a ingranare, fatica contro la corazzata modenese, a cui va il merito di aver annullato il miglior fondamentale dei pontini, ovvero il muro. Nel primo set Modena allunga spinta dagli ottimi Petric e Vettori e sfruttando anche i tanti errori di Latina (soprattutto da un Pavlov in affanno). Il secondo parziale è un monologo dei padroni di casa, mentre nel terzo Latina comincia a fare il suo e si porta avanti su Modena, capace di pareggiare sul 18 e da lì è una battaglia punto a punto, da cui esce vincitrice proprio la DHL, grazie a un errore del centrale pontino Yosifov.

Sir Safety Conad Perugia – Cucine Lube Banca Marche Civitanova 0-3 (16-25, 22-25, 22-25)

È il big match della giornata, che tuttavia si rivela di assoluto dominio da parte dei cucinieri. Non basta Atanasijevic nelle fila perugine a fermare la cavalcata di Civitanova, che domina per tutto il primo set e contiene il ritorno dei padroni di casa nei restanti due parziali. La Lube mantiene l’imbattibilità in questo inizio di campionato: cinque vittorie in cinque giornate e si tengono in scia della capolista Modena.



Exprivia Molfetta – Tonnazzo Padova 3-0 (25-16, 26-24, 25-22)

Una partita quasi a senso unico, dove Padova non è stata in grado di ripetere la buona prestazione mostrata contro la Lube. Il primo set è tutto a firma di Molfetta, che è sospinta dalle buone prove di Hernandez e Joao Rafael. Il secondo parziale Padova ci prova, grazie alle individualità di Giannotti, Averill e Diamantini, ma subisce troppo l’opposto molfettese Hernandez. Il terzo è piuttosto equilibrato ed è sempre Hernandez a risultare decisivo per la vittoria finale dei padroni di casa.

CMC Romagna – Diatec Trentino 0-3 (22-25, 19-25, 21-25)

Trento rispetta il pronostico e batte la CMC in tre set, risparmiando le energie per il prossimo impegno imminente in Champions League. I set si sono svolti in maniera simile: molto equilibrati ed è sempre stata la Diatec a fare il break, sfruttando le incertezze dei padroni di casa, mostrandosi la squadra solida e cinica che è.

Calzedonia Verona – LPR Piacenza 3-1 (25-23, 25-15, 20-25, 25-23)

Verona riesce a regalare un sorriso ai suoi tifosi nell’insolita partita di mezzogiorno. Sono stati tre punti sudati, con una Piacenza quasi mai doma, se non nel secondo set. Nei primi due parziali è Verona a suonare la carica e a fare tutto bene, portando a casa il risultato. Nel terzo, invece, Piacenza cambia volto e riesce a imporsi contro i padroni di casa, dominando in ogni fondamentale e sfruttando qualche errore in più degli scaligeri. Il quarto set è quasi la fotocopia del terzo, quando Verona ha una reazione di orgoglio e aggancia Piacenza sul 20 pari, andando poi a vincere. Ottima la prova di Kovacevic e di una Piacenza che, nonostante il risultato, è in crescita.



Domenica prossima, 22 novembre, sarà la volta della sesta giornata, che vedrà il super big match tra Trento e Modena, in casa trentina, remake della più recente Supercoppa, vinta da Modena, e della finale scudetto dello scorso anno, vinto da Trento. Oltre a essere una partita che promette alta spettacolarità, sarà decisiva ai fini della classifica: Modena guida con 13 punti, Trento è appena dietro a 11, nel mezzo sta Civitanova a 12 punti, che potrebbe approfittarne, ma se la vedrà con un’altra big: Verona. Un turno che si prospetta emozionante e scoppiettante.


Stay tuned!