Immagine Header

Volley: l’Italia femminile vola a Rio de Janeiro

Che impresa per le azzurre di Marco Bonitta! Dopo aver sofferto e acciuffato la terza posizione al torneo di qualificazione olimpica di Ankara in gennaio (leggi qui), l’Italvolley femminile non si è fatta scappare l’occasione per blindare la propria partecipazione alle prossime Olimpiadi brasiliane.

L’Italia sarà presente con entrambe le formazioni, maschile e femminile ed è la quarta squadra azzurra a staccare il biglietto per Rio de Janeiro. Le ragazze di Bonitta assicureranno la quinta partecipazione consecutiva ai giochi olimpici, sempre presenti da Sydney 2000, importante ai fini del movimento pallavolistico italiano, che, in questo modo, avrà ancora più visibilità e lustro.


La qualificazione in questo torneo non era nulla di impossibile per la nazionale di Bonitta: le avversarie ostiche erano poche, i posti disponibili per le Olimpiadi ben tre, più uno per la miglior asiatica classificata. L’Italia ha scontrato Giappone (paese ospitante), l’Olanda (qualificatasi per questo torneo proprio come le azzurre, arrivando seconde ad Ankara), Thailandia, Kazakhstan, Perù, Corea del Sud, Repubblica Dominicana.
L’Italia non si è accontentata di aggiudicarsi uno dei biglietti disponibili per le Olimpiadi, ma si è classificata prima in questo torneo, di sicuro buon auspicio per il futuro, con sei vittorie su sette partite disputate. L’inizio è stato dei migliori: Del Core e compagne hanno infilato un tris di successi a pieno punteggio, che hanno proiettato la squadra verso terra carioca, poi hanno subito un brusco stop contro la bestia nera dell’Olanda, infine hanno battuto il Giappone in una sfida tiratissima e il Kazakhstan senza nessun problema. Di seguito i risultati delle singole partite:

Italia- Corea del Sud 3-1 (25-17, 25-19, 27-25, 25-18)
Italia . Thailandia 3-1 (17-25, 25-16, 25-17, 25-16)
Italia-Repubblica Dominicana 3-0 (25-22; 25-23, 25-23)
Italia-Perù 3-0 (25-19, 25-16, 25-17)
Italia-Olanda 0-3 (21-25, 21-25, 14-25)
Italia-Giappone 3-2 (23-25, 27-25, 27-25, 21-25, 9-15)
Italia-Kazakhstan 3-0 (25-22, 25-16, 25-19)



Bonitta ha portato in Giappone un mix di ragazze molto giovani e giocatrici esperte, cercando nell’incontro di spregiudicatezza e maturità la carta vincente ed ha avuto ragione. Accanto alle senatrici Del Core (capitana) e Francesca Piccinini sono scese in campo Miriam Sylla e Paola Egonu, una poco più che vent’enne, l’altra nemmeno maggiorenne, che con la loro grinta e talento hanno portato l’Italia lontano. La regia è stata affidata ad Alessia Orro, anche lei minorenne, ben aiutata dalle più esperte Guiggi, Chirichella, Ortolani e De Gennaro. In realtà, però, la vera forza di questa squadra è stata nel gruppo: l’affiatamento e la disponibilità della ragazze a sacrificarsi in nome dell’obiettivo comune ha permesso di tagliare questo importante, fondamentale, traguardo.

Italia: Alessia Orro, Ofelia Malinov, Monica De Gennaro, Immacolata Sirressi, Martina Guiggi, Anna Danesi, Cristina Chirichella, Miriam Sylla, Francesca Piccinini, Antonella Del Core, Paola Egonu, Alessia Gennari, Serena Ortolani, Nadia Centoni; allenatore: Marco Bonitta.

In attesa di vedere le azzurre alle Olimpiadi…Shake your mind!

Foto Federvolley.it