Immagine Header

Volley: Modena è campione d’Italia

Cala definitivamente il sipario sulla Superlega targata 2015/2016 e a festeggiare è la DHL Modena, che si laurea Campione d’Italia per la dodicesima volta nella sua storia e a 14 anni dall’ultimo scudetto vinto proprio con Lorenzetti in panchina.

I canarini si sono sbarazzati della Sir Safety Conad Perugia in sole tre gare e hanno avuto la possibilità di festeggiare il trofeo in casa propria, davanti a un PalaPanini pieno che non è riuscito a contenere tutto l’entusiasmo per una città innamorata di questo sport: fuori dall’impianto, infatti, è stato montato un maxischermo per seguire la partita in diretta e a un passo dai protagonisti.

Perugia conclude questa stagione con un pizzico di amarezza e rammarico: gara 2 e gara 3 sono state controllate a lungo dai Block Devils, ma nei momenti caldi è mancato quel tocco di lucidità e cinismo per poter riaprire la serie. Tuttavia non c’è solo del demerito perugino, ma soprattutto grandi meriti di Modena, che ha giocato da squadra, lasciando da parte quell’estro di troppo che l’anno scorso si è dimostrata arma a doppio taglio. La DHL ha potuto contare sulle grandissime prestazioni di Bruno, Lucas, Ngapeth e Vettori, veri trascinatori di tutti quanti i play  off. A Perugia, invece, non è bastato Atanasijevic, che è venuto a mancare nei momenti cruciali; stesso discorso per Kaliberda e Russell, autori di buonissime prove in semifinale, ma piuttosto opachi nella fase finale, quella decisiva.



Gara 3 è stata vinta da Modena per 3-2 (23-25, 25-20, 17-25, 25-16; 15-13) ed è stata una partita strana, comandata a strappi dalle due compagini, che si sono equivalse per quasi tutta la gara. Il primo e il terzo set Perugia si è imposta su una Modena distratta, contratta e fallosa, ma che ha trovato il piglio giusto nel secondo e nel quarto. Il tie break ha visto una buona partenza di Perugia, che si è portata subito in vantaggio, ma Modena ha spezzato le reni agli avversari piazzando due aces ai limiti dell’impossibile con Vettori e Petric. Da quel momento in poi Perugia ha sì combattuto fino alla fine, ma Modena sembrava avere qualcosa in più.

Con la vittoria dello scudetto la DHL può festeggiare anche il “triplete”: sono proprio i gialli i detentori della Supercoppa Italiana e Coppa Italia. Grande incetta di tutti i trofei messi in palio dal campionato italiano per una squadra che è stata costruita proprio per vincere tutto.
Si spengono le luci della ribalta sulla Superlega e sull’attività dei club. Ora è tempo di costruire le squadre per la nuova stagione, di volley mercato e valzer di panchine, ma, allo stesso tempo, è ufficialmente iniziata la stagione delle nazionali. L’Italvolley di Blengini ha appena concluso il primo collegiale a Cavalese (TN) in preparazione alla World League, aspettando le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Shake your mind!